Milan, il futuro si chiama Alex

Offerto un triennale al centrale (in scadenza) del Psg. E per la difesa piace anche un ex compagno di Seedorf

Alex – Credits: Afp

Nicolò Schira

-

Un Milan sempre più verdeoro. I rossoneri sono al lavoro per rinforzare a giugno il pacchetto arretrato della squadra di Seedorf. La prima scelta per la retroguardia si chiama Doria. Il classe '94 del Botafogo ha incantato nel Brasilerao ed è un pupillo dell'olandese, che - dopo aver avuto come compagno di squadra - lo vorrebbe ora alle proprie dipendenze. I brasiliani valutano il gigante difensivo almeno dieci milioni di euro. Una cifra destinata a lievitare in caso di convocazione da parte di Felipe Scolari ai prossimi Mondiali con la Selecao. Il Diavolo per non farsi trovare impreparato studia possibili alternative.

Piace il roccioso Alex, che già ai tempi in cui vestiva la maglia del Psv Eindhoven era finito nei radar milanisti. Il club di via Aldo Rossi ha proposto al centrale brasiliano un biennale da 2 mln netti a stagione. Alex è in scadenza a giugno con il Paris Saint Germain e si è stufato di attendere la proposta di rinnovo transalpina. Il calciatore e il suo entourage hanno dato un vero e proprio ultimamtum a Jean Claude Blanc: se per fine mese non arriverà la proposta di rinnovo, si riterranno liberi di trattare con altri club. Il Milan fiuta il colpo e attende speranzoso. Alex, infatti, non escludere l'affare Doria, bensì rileverebbe in organico uno fra Mexes e Rami. Il primo è in uscita dai rossoneri; mentre per il riscatto del secondo Galliani dovrà sborsare al Valencia sei milioni di euro a fine campionato. Una cifra elevata che - qualora non fosse limata - potrebbe anche stoppare la riconferma del francese.

© Riproduzione Riservata

Commenti