Blancpain Endurance Series: primo podio a Silverstone
Blancpain Endurance Series: primo podio a Silverstone
Sport

Blancpain Endurance Series: primo podio a Silverstone

Michela Cerruti taglia il traguardo della gara al terzo posto al volante della BMW Z4 GT3 ufficiale del team di Roberto Ravaglia

Grandi soddisfazioni per Michela Cerruti nel Regno Unito. Al ritorno nella Blancpain Endurance Series, la pilotessa milanese ha ripreso da dove aveva lasciato, centrando il terzo gradino del podio Pro-Am con il team Roal Motorsport. Si tratta dello stesso risultato che aveva ottenuto alla sua ultima apparizione nel 2013 al Nurburgring. Michela, che divideva la BMW Z4 GT3 ufficiale del team di Roberto Ravaglia con Stefano Comandini ed Eugenio Amos, ha condotto la vettura nello stint centrale mostrando velocità e costanza di rendimento.

Dopo una prima ora, in cui Comandini aveva ottimamente recuperato dopo un contatto, e dopo la prova di classe della Cerruti, un problema nel fissaggio di una delle ruote aveva messo seriamente a rischio il podio. Nel finale tuttavia, Eugenio Amos ha completato il lavoro dei compagni, recuperando una posizione e riuscendo nel contempo a difendersi dal ritorno di un altro avversario. Dopo la bella soddisfazione nel Northamptonshire, Michela tornerà "in casa" per la prossima gara dell'Auto GP 2014 in programma il prossimo weekend a Monza.

Michela Cerruti
“E’ andata veramente molto bene. Questo podio ce lo siamo sudato ed è stato bello tornare nel campionato col team Roal e conquistare un altro podio dopo quello dello scorso anno al Nurburgring. Nonostante le difficoltà incontrate durante le prove, quando a causa della pioggia abbondante non avevamo potuto provare l’assetto della macchina, in qualifica ci siamo tenuti nella top-10 in Pro-Am, un piazzamento forse migliorabile ma che evidenzia dei buoni progressi. In gara abbiamo lavorato bene. Il mio stint è stato abbastanza regolare: mi sono tenuta sui tempi dei piloti di vertice riportando la vettura ai box nelle zone alte della classifica. Nonostante i secondi persi in occasione dell'ultima sosta, Amos ha fatto un ottimo lavoro, completando al meglio la prova della squadra”.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti