L'epurazione di Mazzarri: rischia anche Kovacic

L'allenatore ha pieni poteri sul mercato: via chi non lo ha convinto in questa prima metà della stagione. E a sorpresa potrebbe partire anche il talento croato... - la diretta del mercato Inter

Mateo Kovacic – Credits: Getty Images Sport

Nicolò Schira

-

Per il mercato di gennaio in casa nerazzurra Walter Mazzarri ha avuto pieni poteri. Il tecnico livornese ha messo in cima alla lista per l'attacco della sua Inter uno fra Mirko Vucinic e Pablo Osvaldo. Inoltre ha voluto a tutti i costi un esterno sinistro che avesse dimestichezza con la nostra Serie A, scelta poi ricaduta su Danilo D'Ambrosio del Torino. Il laterale granata ha comportato il sacrificio della metá del cartellino di un giovane di indubbio valore come Benassi, oltre a un conguaglio di un milione e settecentocinquanta
 mila euro. Lo stesso tecnico livornese ha avallato la scelta di Thohir di lanciarsi sul Profeta Hernanes. Infatti Mazzarri sin da metà dicembre aveva deciso di scaricare Andrea Ranocchia e Fredy Guarin, ritenuti dal mister di San Vincenzo troppo ondivaghi nel rendimento. Il primo é a un passo dal Galatasaray: operazione in prestito secco, dato che il numero ventitre interista ambisce al ritorno in quel di Milano a fine stagione. Guarin punta i piedi e se deve fare le valigie, vuole solo la Juve. Inoltre il colombiano così
 come Kovacic pure di difficile collocazione tattica all'interno del suo 3-5-2.

Cessioni avallate in prima persona dell'allenatore, che non ritiene incedibile neppure il regista croato. Per il classe '94 si sono già mossi alcuni club inglesi (Tottenham e Arsenal) sottotraccia e il Borussia Dortmund. Per ora Thohir nicchia, ma con Mazzarri l'ex Hajduk rischia di vivere altri sei mesi da comprimario.

© Riproduzione Riservata

Commenti