La svolta di Maradona: "Pronto a candidarmi alla presidenza Fifa"
Gettyimages
La svolta di Maradona: "Pronto a candidarmi alla presidenza Fifa"
Sport

La svolta di Maradona: "Pronto a candidarmi alla presidenza Fifa"

El Pibe de Oro scende in campo per l'ennesima volta. E come le altre potrebbe restare solo...

Poche parole, fatte trapelare attraverso Victor Hugo Morales, scrittore e giornalista che del Pibe de Oro è stato cantore negli anni più belli della carriera. Maradona è pronto a scendere in campo per correre alla presidenza della Fifa ed essere l'erede di Blatter: "Ho chiamato Maradona per chiedergli come sta suo padre e mi ha raccontato che si candiderà alla presidenza della Fifa. Mi ha autorizzato a comunicarlo". Questa l'intenzione, poi si vedrà perché a poco più di sei mesi dal voto il quadro resta fortemente incerto e le chance di Maradona non paiono sufficienti a garantirgli la corsa. Intanto non è nemmeno chiaro se lo stesso Blatter farà il passo indietro definitivo e le voci che arrivano da Zurigo lasciano intendere che ci potrebbe anche essere una retromarcia. E poi il fronte degli oppositori di oggi non si è ancora formato del tutto. Maradona, che ha sempre tenuto una posizione fortemente critica e di rottura rispetto alle politiche del colonnello svizzero, nelle scorse settimane si era anche detto disponibile ad appoggiare la candidatura del principe giordano Ben Ali Al-Hussein, l'ultimo sconfitto da Blatter. Ora pare aver cambiato idea per scendere in campo in prima persona.

Sepp Blatter e Bernie Ecclestone, i due Grandi Vecchi dello sport


La candidatura di Maradona sarebbe, comunque, la seconda in ordine di tempo proveniente dal Sud America. Nei giorni scorsi è stato Zico ad annunciare l'intenzione di correre per le elezioni con la richiesta di modificare, però, le regole elettorali per evitare un potere eccessivo da parte di Blatter. Il principe Ben Ali Al-Hussein ha già fatto sapere di essere pronto a riprovarci (a Zurigo nell'ultima tornata ha messo insieme 73 voti), mentre tutti aspettano la decisione di Platini, il vero dominus della situazione. Cosa farà Michel? Al momento il numero uno dell'Uefa tesse la tela e aspetta. Quando avrà sciolto la riserva tutto sarà più chiaro.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti