Luciano: "Grazie Chievo, ma sono molto deluso"

Il giocatore brasiliano lascia la squadra nella quale ha militato per buona parte della carriera e dice chiaramente che avrebbe preferito rimanere per un'altra stagione

"Sto male, ammetto che ho pianto e con me anche mia moglie. Quando il presidente mi ha chiamato ero in Brasile. Mi sono sentito morire, non mi sarei aspettato finisse così". L'esterno brasiliano del Chievo, Luciano, saluta la squadra in cui ha giocato tredici stagioni e non nasconde il rammarico per una scelta che ha condiviso soltanto in parte. "Tradito? No, è una parola pesante - ha detto ancora l'ex ala dell'Inter - ma sono deluso, molto deluso. Volevo giocare ancora un anno al Chievo, penso di poter essere ancora utile. Ho un paio di offerte, una di A e l'altra di B. Lascio che a lavorare sia il mio procuratore. Mi piacerebbe rimanere in Italia, poi a fine carriera tornare in Brasile, magari a fare l'osservatore per conto del Chievo".

© Riproduzione Riservata

Commenti