Lazio: Hernanes non rinnova, Petkovic all'addio

Il club biancoleste già alla fine di un ciclo: mentre Lotito cerca di blindare il gioiellino Keita, anche Klose ripensa già alla Germania

Alla sua quarta stagione alla Lazio, il brasiliano Hernanes ha deciso di non rinnovare: punta sul Mondiale per trovare ingaggi più ricchi all'estero. – Credits: Ansa.

Nicolò Schira

-

Non è un momento sereno in casa Lazio: la formazione biancoceleste stenta in Campionato e in Europa League non è andata oltre lo 0-0 interno contro il Trabzonspor. Un pari a reti bianche che ha fatto esplodere la furia del popolo biancoceleste: i supporter laziali hanno travolto di fischi i propri calciatori all'Olimpico. 

La posizione di Vladimir Petkovic intanto rimane in bilico: il suo futuro sarà alla guida della Nazionale elvetica e solo il no di Edy Reja a tornare a Formello come traghettatore ha permesso al croato di restare in panchina. Lotito non è soddisfatto del rendimento dei suoi e pensa a una sostituzione in panchina durante la sosta. La soluzione interna composta dal tandem Bollini-Inzaghi non convince appieno, per questo rimane calda la pista che conduce a Mimmo Di Carlo

In campo, invece, Hernanes non segna da otto gare in campionato ed è sempre più un corpo estraneo alla formazione biancoceleste. Il brasiliano ha declinato il rinnovo del contratto sino al 2017: al suo manager, Joseph Lee, sono arrivate proposte dall'Inghilterra e per questo il "Profeta" non intende rinnovare il proprio contratto. 

Tra l'altro, un Mondiale da protagonista renderebbe Hernanes appetibile dai principali top club internazionali e al tempo stesso lo status di giocatore a un anno dalla scadenza ne favorirebbe la cessione a prezzi abbordabili. Una patata bollente per Lotito, alle prese anche con la blindatura del gioiellino Keita: il giovane astro nascente laziale ha infatti attirato l'attenzione di alcuni club inglesi, fra cui i due club di Manchester.  

Verso l'addio alla Lazio anche Miroslav Klose, che a fine anno non rinnoverà il proprio contratto e farà ritorno in patria, dove lo cerca il Werder Brema. I capitolini sono alla fine di un ciclo, ma già a gennaio dovranno intervenire in maniera concreta sul mercato per non rischiare di vivere un'annata anonima e di transizione, con la Coppa Italia vinta nella stracittadina contro la Roma lo scorso 26 maggio che sembra ormai solo un lontano ricordo.

© Riproduzione Riservata

Commenti