L'Nba e la notte senza appello: Lakers dentro o fuori?

Si chiude la stagione regolare con ancora 9 squadre in attesa di verdetti. Los Angeles sul filo

Gasol in azione con i Lakers che rischiano di non entrare nei playoff 2013 – Credits: Ansa

Giovanni Capuano

-

Se nemmeno 81 partite sono riuscite a scrivere tutti i verdetti ecco la notte che chiude il cerchio. L'Nba decide la griglia di partenza dei playoff con una situazione così al limite che nulla può essere escluso: anche che la post season più attesa parta senza la franchigia più famosa. I Los Angeles Lakers non sono ancor qualificati. Hanno il destino nelle proprie mani, ma potrebbero anche scivolare fuori al termine di una stagione segnata più dagli infortuni che dalle vittorie.

WEST CONFERENCE - E' la più complicata da leggere perché, oltre ai piazzamenti alle spalle delle prime, non ha ancora stabilito l'ultimo nome buono per i playoff. Tutto si decide nella sfida tra Houston e Los Angeles. Se i Lakers (44-37 il loro record) vincono sono sicuri del biglietto e addirittura possono puntare ad entrare da settimi sfidando nel primo turno San Antonio (58-23) che pare cliente più abbordabile dei Thunder (60-21). Attenzione, però, perché in caso di sconfitta e di contemporanea vittoria di Utah a Memphis coach D'Antoni dovrebbe incassare una dolorosissima eliminazione.

Le altre squadre che ancora attendono verdetti dall'ultima notte della stagione regolare sono Nuggets, Clippers, Grizzlies, Warriors e Rockets. In ballo ci sono piazzamenti e incroci per il primo turno che a Ovest non sono ancora scritti in nessuna parte del tabellone. Solo i Thunder hanno la certezza della prima piazza dopo 15 anni di attesa e aspettano l'avversario. San Antonio è seconda, Denver (56-25) è stata superata dai Clippers (56-26) che hanno travolto Portland guadagnando il vantaggio del fattore campo da difendere nell'ultima contro Sacramento. I Grizzlies (55-26) che puntano ad avere uno score migliore. Poi ci sono i Warriors (46-35) che ballano tra il 6° e il 7° posto a seconda del risultato a Portland e Houston che potrebbe arrivare 6° o 7° o 8° a seconda degli incroci dell'ultima giornata.

EAST CONFERENCE - Qui almeno due certezze per il primo turno dei playoff ci sono. Si incontreranno Miami (che ha chiuso al primo posto) e Milwaukee (8°) e New Yok Knicks (2°) con Boston Celtics (7°). In ballo c'è la quinta piazza contesa da Atlanta, che nella notte ha perso contro Toronto e ha chiuso con un record 44-37, e Chicago.

Qui mancherà all'appello una partita. Boston Celtics-Indiana Pacers non si giocherà per rispetto del dolore della città ancora sotto choc per l'attentato alla maratona. Sabato il via ai playoff.

© Riproduzione Riservata

Commenti