Juventus-Roma, un girone dopo: precedenti, pronostico e scommesse
Ansa
Juventus-Roma, un girone dopo: precedenti, pronostico e scommesse
Sport

Juventus-Roma, un girone dopo: precedenti, pronostico e scommesse

Il 30 agosto i giallorossi battevano i campioni d'Italia e si illudevano di essere superiori. Oggi è cambiato tutto...

La punizione di Pjanic e il colpo di testa di Dzeko. Trenta agosto 2015, il giorno della grande paura juventina e dell'illusione del popolo giallorosso, che tornò a casa dall'Olimpico convinto di essersi tolto dalle spalle il peso del dominio della Juventus. Vittoria per 2-1 della squadra di Garcia e Allegri fermo a quota zero in classifica. Alzi la mano chi avrebbe pensato al ribaltone e chi lo avrebbe anche solo ritenuto possibile due mesi più tardi, quando tra Roma e Juventus c'erano 11 punti di differenza.

Oggi è tutto diverso e lo scontro dello Stadium regala ad Allegri la possibilità di mettere la parola fine alle speranze di scudetto della banda Spalletti. Sì, perché nel frattempo il ribaltone non è stato solo di classifica, ma anche di uomini. Max che era tornato nel girone dei criticati si è ripreso, Rudi ha finito col pagare un andamento lento inspiegabile della sua squadra. In panchina c'è Spalletti, ma il -7 di partenza mette anche lui con le spalle al muro.

Juve favorita dai precedenti (e non solo)

Juventus e Roma si affrontano per l'84° volta nella loro storia con i bianconeri padroni di casa. I precedenti sono tutti a favore della Vecchia Signora che ha vinto 54 volte ed è stata sconfitta solo in 8 occasioni (21 pareggi). L'ultimo ko interno della Juventus contro la Roma risale ormai al 23 gennaio 2010 con reti di Totti e Riise nel finale a rendere inutile la prodezza di Alex Del Piero. Da lì in poi i giallorossi non sono più riusciti a portarsi via i tre punti da Torino, tra scoppole storiche, polemiche ed errori arbitrali.

Il confronto recente passato alla storia, però, premiò la Juventus per 3-2 con doppietta di Tevez, Bonucci, Totti e finale caratterizzato da polemiche furiose per la direzione di gara di Rocchi, costretto anche a un'intervista tv alla Rai per spiegare il senso delle sue decisioni e scusarsi per alcuni errori di interpretazione. Una partita che finì anche in Parlamento tra interrogazioni politiche e veleni.

Allo Juventus Stadium non si passa

La statistica che più preoccupa i tifosi giallorossi, però, è quella che vede la Roma sempre sconfitta allo Stadium, nell'impianto inaugurato dalla Juventus nel settembre 2011. Da quando le sfide si sono trasferite lì il bilancio recita 5 vittorie su 5 per i padroni di casa. In quattro occasioni si è trattato di confronti di campionato e una sfida è stat giocata in Coppa Italia.

Nel 2011-2012 l'armata di Conte che sarebbe tornata allo scudetto vinse 4-0 in campionato e 3-0 in Coppa Italia contro la Roma di Luis Enrique. Quasi stesso punteggio (4-1) un anno dopo con in panchina Zeman, mentre nell'era Garcia c'è il 3-0 del 2013-2014 con la Roma seconda a -5 e imbattuta da 19 giornate e il 3-2 delle polemiche del 2014-2015 che fece proclamare al tecnico francese la convinzione che i suoi avrebbero conquistato il titolo.

Dybala e Dzeko, simboli di un mercato opposto

Anche i numeri di questa stagione fanno paura alla Roma. La Juventus è in piena crescita, viene da 10 successi consecutivi in campionato ed è a un passo da una clamorosa rimonta considerato che dopo la 10° giornata (ko a Sassuolo) si trovava al dodicesimo posto staccata di 11 lunghezze dai giallorossi che oggi la inseguono a 7. Nel lasso di tempo in cui Buffon e compagni hanno costruito la loro striscia vincente, Garcia (e Spalletti) hanno conquistato solo 12 punti sui 30 disponibili. Un disastro.

Il simbolo di questa differente stagione è l'impatto dei nuovi acquisti. Dzeko, il più pagato della Roma e l'uomo che doveva garantire il salto di qualità in attacco, è fermo a 3 reti in campionato di cui una sola, proprio contro la Juventus all'andata, su azione. Allegri invece ricava ben il 70% delle sue marcature dai nuovi: 35 gol su 50. Il record è di Dybala con 13, ma anche Mandzukic (9) e la riserva Zaza (6) si stanno facendo sentire.

Le quote: Juventus favorita (e attenzione ai gol)

I bookmaker riflettono con le loro quote l'andamento stagionale delle due squadre e anche i precedenti storici. La grande favorita è la Juventus e il successo di casa viene quotato intorno a 1,60 che rappresenta una scommessa abbastanza in sicurezza. Il pareggio si trova a 2,90-3,00 mentre il blitz esterno della squadra di Spalletti viene pagato intorno al 5,50.

Che la Roma, una delle peggiori difese del campionato, incassi un gol nei 90 minuti dello Stadium è ritenuto quasi scontato: 1,10-1,15. Discreta, però, anche la possibilità che i giallorossi riescano almeno una volta a battere Buffon: 1,60-1,65. Secondo le quote, però, non sarà una partita ricca di marcature. L'over 2,5 infatti è quotato quasi 2 e se si sale a over 3,5 la quota si impenna intorno a 3,50.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti