Marchisio scuote la Juve: "Devo capire se sono importante"

Per la prima volta parla della possibilità di abbandonare Torino e dell'interessamento di Monaco e Manchester United

Sono parole pesanti quelle di Claudio Marchisio, destinate a dividere il popolo juventino che lo considera una bandiera e il prossimo capitano. Parlando dal ritiro della nazionale in Brasile, per la prima volta Marchisio ammette la possibilità di lasciare Torino: "Io precario? Questo lo dicono i giornali, di certo io non ho sentito nè la Juventus nè altre società. Devo parlare con la società, lo farò finita la Confederations Cup. Devo capire se sono ancora importante per loro come è stato finora. Altrimenti sarà naturale valutare altre strade".

Marchisio ribadisce che resterebbe ma lascia anche capire di aver percepito di essere stato messo sul mercato. Dunque non si parla di rinnovo ma di possibile cessione: "Quello che penso già lo sapete riguardo la mia volontà di restare in bianconero, ma le cose si fanno in due. Comunque quando parleremo valuteremo se c''è o meno del vero circa le offerte che si sentono. Io posso garantirvi che non ho sentito nessuno".

Il futuro? Alla Juventus servono almeno 30 milioni per finanziare il mercato in ingresso. Conte ha fatto capire che Pogba sarà titolare e ha tolto Vidal dal mercato. Non si è mai speso alla stesso modo per Marchisio che ora si guarda intorno: "Le eventuali offerte di Manchester United e Monaco mi rendono orgoglioso, però, ripeto, nessuno mi ha chiamato".

Malgrado tutto parla ancora da bianconero: "Tevez? E' un grande giocatore, però per giocare nella Juventus servono forti motivazioni. Deve dimostrare di avere voglia di giocare in bianconero". Infine una battuta sulle altre squadre: "In questi giorni mi incuriosisce la situazione dell'Inter. Hanno ingaggiato un ottimo allenatore, potrebbero dare filo da torcere alla Juve e alle altre squadre che lotteranno per il vertice"

© Riproduzione Riservata

Commenti