Sprofondo Italia, ma fare l'Europa League conviene
Ansa
Sprofondo Italia, ma fare l'Europa League conviene
Sport

Sprofondo Italia, ma fare l'Europa League conviene

Una sola squadra in Champions eppure il ranking Uefa ci premia. E se Juve, Napoli, Fiorentina e Lazio non snobbano la coppa di riserva...

Smaltita la delusione per il mercoledì nero, il calcio italiano prova a rialzarsi con una certezza. La stagione è stata sin qui positiva e il ranking Uefa la fotografa in maniera corretta. Siamo sempre quarti e la Germania si allontana (ora è distante più di 16 punti), ma la buona notizia è che stiamo respingendo l'assalto di Francia e Portogallo che premevano alle nostre spalle e, soprattutto, che da qui a maggio siamo destinati a migliorare la nostra posizione. Volendo potremmo anche fare di più: la chiave sta nell'approccio che Juventus e Napoli, retrocesse dalla Champions, avranno nei confronti dell'Europa League. La snobberanno? Proveranno ad arrivare fino in fondo? Se la risposta giusta è la seconda prepariamoci a una primavera ricca di soddisfazioni e a metterci al sicuro per un po'.

IL RANKING ASSOLUTO - La classifica delle nazioni per l'Uefa recita un podio con Spagna (88.427), Inghilterra (82.320) e Germania (79.498). Alle loro spalle c'è l'Italia che è a quota 63.105 e che ha staccato il Portogallo (57.966) e la Francia (54.333). Lontanissime tutte le altre compresa la Russia che è settima con 45.832 punti: è la posizione che determina la perdita di un'altra squadra in Champions League ma siamo a distanza di sicurezza. 

IL RANKING STAGIONALE - Questa classifica è figlia di un inizio di stagione positivo, nel quale siamo alle spalle delle nazioni guida e stiamo facendo molto meglio di tutte le altre. Ecco i numeri: Italia 10.333 punti, Russia 9.250 (-1.083), Francia 6.333 (-4.000) e Portogallo 5.583 (-4.750). Merito dell'ottimo girone del Napoli (4 vittorie), del Milan e dell'attenzione con cui Fiorentina e Lazio hanno preso l'Europa League. Rispetto alle altre, poi, abbiamo mantenuto un numero sufficiente di squadre nelle competizioni europee: 5 su 6. Come noi anche Spagna e Inghilterra (6 su 7) mentre tutte le altre pagheranno dazio a partire dal Portogallo (2 su 6 in Europa League dopo la retrocessione di Porto e Benfica) e dalla Francia (2 su 6 con Psg in Champions e Lione in Europa League). Cosa significa in concreto? che da qui a maggio loro divideranno qualunque risultato per 6 mentre noi potremo guadagnare punti preziosi.

ECCO PERCHE' CONVIENE ANDARE IN FONDO ALL'EUROPA LEAGUE - Il sistema di punteggio dell'Uefa assegna pari dignità alle due competizioni. Dunque se Juve, Fiorentina, Lazio e Napoli faranno buoni risultati sarà una primavera di corsa per il calcio italiano che deve ancora difendersi dal Portogallo. In proiezione sulla stagione 2014-2015 i lusitani ci sono avanti di 0.289 punti perché al termine di quest'anno verranno scartati i risultati del 2009-2010, cioè la stagione del Triplete dell'Inter. Attenzione, però: a inizio anno questa proiezione ci vedeva molto più penalizzati e quindi la nostra corsa fin qui è stata di recupero sul Portogallo e anche sulla Francia. Alle spalle delle due nazioni sta crescendo la Russia. E' lontana ma guai a sottovalutarla.

Seguimi su Twitter @capuanogio

Ti potrebbe piacere anche

I più letti