Sport

L'Inter che verrà: Paletta e il sogno Hernanes

Blindati Alvarez e Palacio. Riscatto per Rolando, in partenza Ranocchia e diversi pilastri del Triplete. Mentre Thohir vede l'agente del Profeta

Il pallone firmato da Erick Thohir lo scorso novembre durante la trasmissione "Che tempo che fa"su Rai 3. – Credits: Ansa.

Altri due pilastri dello storico Triplete 2010 sono giunti al termine della loro avventura nerazzurra. A giugno arriveranno infatti i titoli di coda a sancire la fine delle avventure interiste di Walter Samuel e Cristian Chivu, con la dirigenza di corso Vittorio Emanuele che si sta già guardando intorno sul mercato per ciò che concerne il reparto difensivo.
Al club di Thohir piace il profilo di Gabriel Paletta del Parma: un elemento che gode pure del gradimento di Walter Mazzarri, che l'avrebbe voluto già a Napoli l'anno scorso. Inoltre, verrà impostato con il Porto il riscatto dello stopper lusitano Rolando, che da alternativa di lusso si è conquistato una maglia da titolare. Di conseguenza Ranocchia non è più incedibile e per un'offerta tra i 12 e i 15 milioni di euro potrebbe lasciare Appiano Gentile.
Chi invece sarà blindato è Riki Alvarez: il fantasista argentino allungherà il proprio contratto sino al 30 giugno 2018, apripista a una situazione similare riguardante Rodrigo Palacio, che si legherà alla "beneamata" sino al 2017 ereditando così dall'amico Diego Milito il ruolo di simbolo dell'attacco interista. A giugno "il Principe" farà infatti ritorno in Argentina, dove il Racing Avellaneda è pronto ad accoglierlo a braccia aperte proponendogli un biennale a cifre consistenti.
Intanto, nell'ultimo blitz italiano Erik Thohir ha avuto modo di incontrare nella mattinata di Giovedì 19 in un noto albergo milanese Joseph Lee, ovvero l'agente di Hernanes. Si è trattato di una chiacchierata conoscitiva e informale con il procuratore della stella del Lazio, verso la quale sono stati manifestati stima e interesse dal n°1 nerazzurro. Se il Profeta non dovesse prolungare sino al 2017 con i biancocelesti, l'Inter è pronta a farsi avanti: una spruzzata di verdeoro in una squadra che rimarrà comunque a tinte marcatamente albicelesti.

© Riproduzione Riservata

Commenti