La notte di Mazzarri: fischi, espulsione e un inutile 2-2
Ansa
La notte di Mazzarri: fischi, espulsione e un inutile 2-2
Sport

La notte di Mazzarri: fischi, espulsione e un inutile 2-2

Il tecnico dell'Inter contestato a San Siro alla fine non parla. Ausilio: "Sfatto dalla fatica"

E' stata una notte difficile per Walter Mazzarri, iniziata con i fischi di San Siro alla lettura del suo nome prima della partita, proseguita con il moto perpetuo lungo la linea laterale, davanti alla panchina, e chiusa negli spogliatoi prima del tempo. Espulso da Orsato per eccesso d'esultanza al pareggio di Guarin. Si è risparmiato gli ultimi, palpitanti, secondi con il possibile ko di Callejon e il pareggio di Hernanes. Sconfitta evitata, ma la pace con San Siro è ancora lontana e alle fine non si presenta ai microfoni. Al suo posto il ds Ausilio: "Mazzarri è sfatto dalla fatica e dalla tensione".

Inter-Napoli 2-2: gli highlights

Un finale incredibile che produce un pareggio poco utile a entrambe, ma che certifica la vitalità sia dell'Inter che del Napoli. A San Siro emozioni condensate quasi tutte nel finale, quando sono arrivati i gol dopo una sfida che per lunghi tratti era stata giocata su ritmi troppo bassi, illuminata solo da due lampi di Hernanes e Insigne (con l'aiuto di Obi) finiti sui pali delle porte di Rafael e Handanovic. Stanchezza, paura e i soliti problemi per entrambe. Fino al vantaggio firmato da Callejon al minuto 34 della ripresa su errore in disimpegno di testa di Vidic, che fatica a trovare un rendimento accettabile. Invece di sciogliersi, come capitato contro Cagliari e Fiorentina, l'Inter si è ritrovata e ha ha reagito con i nervi.

E' stata capace di farlo ben due volte, prima con Guarin e poi con Hernanes, quando Callejon, già oltre il 90', sembrava aver definitivamente indirizzato la partita verso i partenopei. La reazione è certamente un merito per la squadra di Mazzarri, fischiato prima del via quando lo speaker ha annunciato il suo nome. Il resto no, anche se si è vista una manovra molto migliore rispetto alle ultime settimane e un costante tentativo di fare gioco. Il Napoli è stato quasi assente nel primo tempo ed è entrato in partita solo nella ripresa. Poteva vincere, anzi lo aveva fatto e il ramamrico per non aver portato a casa i tre punti offusca la soddisfazione per aver colto il terzo risultato utile consecutivo (e con l'Europa League sono 4). Entrambe le squadre, però, non sono guarite e la vetta della classifica si allontana in maniera preoccupante.

Inter-Napoli, botta e risposta: pari inutile per tutti

Ansa
La rabbia di Mazzarri durante Inter-Napoli
Ti potrebbe piacere anche

I più letti