Moratti rasserena Mazzarri: "Interverremo sul mercato"

Vertice tra presidente e allenatore dopo il tracollo con il Valencia: "Non lo giudico adesso"

La brutta sconfitta contro il Valencia ha forse il merito di aver accelerato i progetti di mercato dell'Inter. Dopo il k.o. Mazzarri ha fatto il punto della situazione a New York insieme al presidente Moratti e ne ha ricevuto delle rassicurazioni. A prescindere dalla tempistica delle vicende societarie, infatti, gli uomini mercato del club proveranno a dare al tecnico le pedine che servono per completare il suo lavoro.

Mazzarri si era assunto la responsabilità della figuraccia parlando di carichi di lavoro eccessivi. Moratti l'ha tranquillizzato: "E' sufficiente un po' di buon senso per capire che di questi tempi il concetto di vittoria e sconfitta non è assoluto: se vinci ti sembra di essere fortissimo e forse non lo sei, se perdi ti senti disperato e invece poi scopri che la situazione non è così grave. Gli allenatori vengono sempre giudicati fin dall'inizio, quando magari la strada è ancora in salita. Ecco è una cosa che non mi sogno di fare anche perché mi pare che questo problema di preparazione valga per tutti".

Insomma un'assoluzione piena anche se la figuraccia è avvenuta proprio sotto gli occhi di Moratti, volato a New Yord per assistere a Inter-Valencia. Serve subito più qualità in mezzo al campo e il nome prescelto è quello di Taider, per il quale potrebbe arrivare il via libera sacrificando Duncan. Poi l'esterno: Wallace è il prescelto e non ci saranno sorprese o inserimenti anche se l'Inter vorrebbe avere il giocatore con una formula diversa dal prestito secco.

© Riproduzione Riservata

Commenti