Italia Spagna 1-1 qualificazione Mondiale 2018
Getty Images Sport
Italia Spagna 1-1 qualificazione Mondiale 2018
Sport

Infortunio Montolivo: chi gioca al suo posto nel Milan di Montella?

Ginocchio ko per il centrocampista (sfortunatissimo in nazionale). Ora tocca a Locatelli, ma sul mercato arriverà un regista

Il crac sfortunatissimo di Montolivo con la maglia azzurra cambia i piani di Montella e del Milan. Un autentico colpo basso della sorte per un centrocampista che alla causa della nazionale aveva già sacrificato un'intera stagione, oltre al Mondiale 2014, rompendosi una gamba nell'ultimo test prima di volare in Brasile. E che l'anno scorso aveva dovuto rinunciare all'Europeo per un guaio muscolare in ritiro a Coverciano. Davvero una iella senza fine.

Ora Montolivo dovrà stare per fermo almeno per sei mesi. Contro la Spagna si è procurato la lesione del legamento crociato del ginocchio sinistro. Necessaria l'operazione che gli costa tutto il resto della stagione e costringe non solo Ventura, ma anche Montella, a pensare a piano tattico diverso. Chi al suo posto? E' vero che i tifosi rossoneri da tempo contestano il rendimento dell'azzurro, ma nessuno dei suoi allenatori ha mai rinunciato al suo filtro e alla sua presenza. Dunque non averlo sarà un problema da risolvere prima di tutto in rossonero.

La carta Locatelli per un Milan giovane e italiano

Montella ha in casa una doppia soluzione. Quella più pratica e sicura porta a Josè Sosa, 31 anni, preso sul finire del mercato e fin qui poco utilizzato. Giocatore d'esperienza che andrebbe inserito in un ruolo non completamente suo, ma che avrebbe a favore il fatto di non sentire lo scotto della responsabilità del reparto avendo già frequentato con costanza il calcio dei grandi. Poi c'è Manuel Locatelli, 18 anni, che ha appena segnato la sua prima rete in serie A contribuendo alla rimonta del Milan contro il Sassuolo.

E' l'erede naturale di Montolivo che era uno dei suoi idoli da ragazzino. Montella stravede per lui, la gente pure e questo lo renderebbe la scelta più semplice dal punto di vista dell'impatto sui tifosi. In fondo si tratterebbe dell'accelerazione del progetto di un Milan giovane e italiano che Berlusconi ha lasciato come eredità nei mesi in cui si chiude la sua era alla guida del club.

A gennaio possibile l'intervento sul mercato

Di sicuro l'infortunio di Montolivo aprirà a riflessioni in casa Milan sul futuro immediato. Quello del regista è un ruolo fondamentale nel gioco di Montella che già in estate aveva cercato un uomo di fiducia da piazzare in mezzo al campo. Con l'arrivo dei soldi cinesi possono cambiare anche le prospettive in vista del mercato di gennaio. Nomi? In cima alla lista c'è sempre quello di Badelj, croato della Fiorentina considerato quasi incedibile dai Della Valle.

Pensare che i rossoneri tornino alla carica non è impossibile. Sul tavolo il Milan potrà anche mettere i 3,5 milioni circa che la Fifa darà come indennizzo al club per i sei mesi senza Montolivo. E' l'accordo tra federazioni e società che garantisce un assegno da 20.548 euro (massimo) al giorno in caso di infortunio durante l'attività con le nazionali. Un tesoretto che potrà essere reinvestito sul mercato.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti