LLUIS GENE/AFP
Sport

Guida al Gp Olanda: orari tv Sky e Cielo, quote scommesse, precedenti

Sulla pista di Assen, Lorenzo vuole centrare la quinta vittoria di fila e superare Rossi in testa alla classifica. Honda e Ducati un passo indietro

Spalla a spalla, testa a testa, come se non ci fosse domani, come se il secondo posto a fine stagione fosse un traguardo da evitare con cura, perché l'occasione è ghiotta ed è difficile che si ripresenti a stretto giro di posta. Nell'anno dei ruzzoloni tutti da spiegare dell'(ex)traterrestre Marc Marquez e dei colpi a vuoto per ragioni mediche del suo compagno di squadra in Honda, Dani Pedrosa, i due alfieri della Yamaha Valentino Rossi e Jorge Lorenzo si giocano un mondiale che mai come ora sembra una questione privata, da risolvere in pista, uno contro l'altro, come ai vecchi tempi. Il parziale delle ultime 4 gare spiega le logiche del contendere: 4-0 per Lorenzo, che nella sala stampa di Assen, sede dell'attesissimo Gran premio d'Olanda, ha fatto sapere di non essersi mai sentito così bene. E' in forma, il campione del mondo 2010 e 2012, e pronto a completare la rincorsa alla testa della classifica che ha avuto inizio a Jerez. Rossi 138, Lorenzo 137, la differenza sta nelle sfumature. E nella capacità di interpretare un circuito che ha spesso premiato il Dottore (6 vittorie, l'ultima nel 2013) e castigato il “martillo y mantequilla” (13° l'anno scorso e all'ospedale nel 2013). Sia chiaro, la coppia in Honda presto o tardi ricomincerà a tirare e le Ducati difficilmente soffriranno come al Montmelò, ma è innegabile che il ruolo di favoriti appartenga di diritto ai due fulmini Yamaha. Giovedì le prime libere, venerdì libere e qualifiche, sabato la gara. Ad Assen la tradizione è un valore imprescindibile. 

La pista

I numeri di Assen

Lunghezza tracciato: 4,5 Km
Giri previsti: 26
Curve: 6 a sinistra, 12 a destra
Distanza complessiva: 118,1 Km
Record circuito: 1'34.548, stabilito da Dani Pedrosa nel 2012
Velocità massima: 313 Km/h, raggiunta da Marc Marquez nel 2014

L'albo d'oro del Gp d'Olanda

Ecco come sono andate le cose nelle ultime tre edizioni della gara

2014: 1° Marquez (Honda), 2° Dovizioso (Ducati), 3° Pedrosa (Honda). Pole: A. Espargarò (Yamaha). Giro più veloce: Marquez.

2013: 1° Rossi (Yamaha), 2° Marquez (Honda), 3° Crutchlow (Yamaha). Pole: Crutchlow. Giro più veloce: Rossi.

2012: 1° Stoner (Honda), 2° Pedrosa (Honda), 3° Dovizioso (Yamaha). Pole: Stoner. Giro più veloce: Pedrosa.

Vittorie piloti: Rossi 6, Stoner 2, Lorenzo e Marquez 1

La classifica piloti

Le prime 10 posizioni

1° Rossi (Movistar Yamaha), 138 punti
2° Lorenzo (Movistar Yamaha), 137
3° Iannone (Ducati Team), 94
4° Dovizioso (Ducati Team), 83
5° Marquez (Repsol Honda), 69
6° Smith (Monster Yamaha Tech 3), 68
7° Cructhlow (CWM LCR Honda), 47
8° Viñales (Suzuki Ecstar), 46
8° Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3), 45
10° Petrucci (Pramaca Ducati) e Pedrosa (Honda), 39

Le quote bwin

Vincente qualifiche
Marquez 2.75
Lorenzo 4.50
Pedrosa e A.Espargaro 5.00
Iannone e Dovizioso 9.00
Rossi 18.00

Vincente gara
Lorenzo 2.25
Rossi 3.25
Marquez 4.00
Pedrosa 7.00
Dovizioso 12.00

Orari e tv

Giovedì

Prove libere 2: diretta alle 14,05 su Sky Sport MotoGp HD

Venerdì

Prove libere 3: diretta alle 9,55 su Sky Sport MotoGp HD
Qualifiche: diretta alle 14,10 su Sky Sport MotoGp HD; sintesi alle 19,30 su Cielo

Sabato

Warm up: diretta alle 9,40 su Sky Sport MotoGp HD
Gara: diretta alle 14 su Sky Sport MotoGp HD; differita alle 17 su Cielo

Ti potrebbe piacere anche

I più letti