ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images
Sport

Guida al Gp d'Italia: orari tv Sky e Cielo, scommesse, precedenti, biglietti

Sulla pista del Mugello, Rossi sarà chiamato a difendere il primo posto dagli assalti di Lorenzo. Dovizioso e Marquez pronti ad approfittarne

Partiva decimo, è arrivato terzo. Alle spalle di quella furia spagnola, leggi Marc Marquez, che non ne voleva proprio sapere di concedere un po' di luce agli avversari. Lo scorso anno, sulla pista amica del Mugello, il Valentino Rossi della seconda vita in Yamaha confermava di aver ripreso in mano le chiavi della sua carriera sul traguardo delle 300 gare nel motomondiale. Alla faccia di chi è da sempre convinto che le minestre riscaldate siano meno invitanti dei piatti freschi. Dodici mesi dopo, un altro passo in avanti da trattenere il fiato. Il Dottore si presenta in Toscana leader della classifica generale con un vantaggio di 15 punti sul compagno di scorribande in Yamaha, Jorge Lorenzo, ritornato a fare il martello più o meno da quando ha messo nero su bianco il rinnovo con la casa giapponese. Più indietro Andrea Dovizioso, alfiere di una Ducati bella e possibile da strappare l'applauso, e Marquez, che per ravvivare la sfida al vertice ha deciso di collezionare fin qui una serie di errori al limite dell'impossibile. Tutto aperto, tutto possibile. Se nel 2014 il Mugello ha rappresentato di fatto soltanto la tappa numero sei del progetto di conquista planetaria di Marquez, ora i pronostici segnano il passo, superati in staccata da un'incertezza che regalerà molto probabilmente un entusiasmo da spellarsi le mani ai tantissimi appassionati del motociclismo d'élite. 

La pista

I numeri del Mugello

Lunghezza tracciato: 5,2 Km
Giri previsti: 23
Curve: 6 a sinistra, 9 a destra
Distanza complessiva: 120,6 Km
Record circuito: 1'47.639, stabilito da Marc Marquez nel 2013
Velocità massima: 349,6 Km/h, raggiunta da Andrea Iannone nel 2014

L'albo d'oro del Gp d'Italia

Il podio nelle prime tre edizioni della gara

2014: 1° Marquez (Honda), 2° Lorenzo (Yamaha), 3° Rossi (Yamaha). Pole: Marquez. Giro più veloce: Marquez.

2013: 1° Lorenzo (Yamaha), 2° Pedrosa (Honda), 3° Crutchlow (Yamaha). Pole: Pedrosa. Giro più veloce: Marquez (Honda).

2012: 1° Lorenzo (Yamaha), 2° Pedrosa (Honda), 3° Dovizioso (Yamaha). Pole: Pedrosa. Giro più veloce: Pedrosa.

Vittorie piloti: Rossi 7, Lorenzo 3.

Pole: Rossi 5, Pedrosa 3.

La classifica piloti

Le prime 10 posizioni

1° Rossi (Movistar Yamaha), 102 punti
2° Lorenzo (Movistar Yamaha), 87
3° Dovizioso (Ducati Team), 83
4° Marquez (Repsol Honda), 69
5° Iannone (Ducati Team), 61
6° Cructhlow (CWM LCR Honda), 47
7° Smith (Monster Yamaha Tech 3), 46
8° Pol Espargaro (Monster Yamaha Tech 3), 35
8° Aleix Espargarò (Suzuki Ecstar), 31
10° Viñales (Suzuki Ecstar), 27

Le quote bwin

Vincente qualifiche
Marquez 2.25
Lorenzo 4.50
Dovizioso 5.00
Iannone 6.00
Pedrosa 11.00

Vincente gara
Marquez e Lorenzo 2.65
Rossi 3.20
Dovizioso 8.00
Iannone 14.00
Pedrosa 21.00

Vincente mondiale
Marquez 2.50
Lorenzo e Rossi 2.60
Dovizioso 15.00
Iannone 51.00

Orari tv

Venerdì

Prove libere 1: diretta alle 9,55 su Sky Sport MotoGp HD
Prove libere 2: diretta alle 14,05 su Sky Sport MotoGp HD

Sabato

Prove libere 3: diretta alle 9,55 su Sky Sport MotoGp HD
Qualifiche: diretta alle 14,10 su Sky Sport MotoGp HD e Cielo

Domenica

Warm up: diretta alle 8,40 su Sky Sport MotoGp HD
Gara: diretta alle 14 su Sky Sport MotoGp HD (replica 16,30, 20 e 24) e Cielo

Biglietti

Abbonamento venerdì-domenica (intero)
Prato 145 euro
Tribuna centrale Bronze 230 euro
Tribuna Materassi 225 euro

Abbonamento sabato-domenica (intero)
Prato 120 euro
Tribuna centrale Bronze 215 euro
Tribuna Materassi 200 euro

Venerdì
Prato 25 euro

Sabato
Prato 30 euro
Tribuna centrale Bronze 65 euro

Domenica
Prato 90 euro
Tribuna centrale Bronze 175 euro
Tribuna Materassi 170 euro

Per tutte le altre modalità di ingresso e l'acquisto dei tagliandi, clicca qui

Ti potrebbe piacere anche