Sport

GP di Mosca: anche la Russia nella storia del motosport

Per la prima volta i motori delle derivate dalla serie si accendono alle porte di Mosca, dove si correrà l'11esimo round mondiale

Credits: Infront Motor Sports

Per la prima volta nella storia delle competizioni a due e quattro ruote, un evento di livello mondiale si disputa su un circuito russo.

IL CIRCUITO - Nuovissimo e spettacolare il tracciato del Moscow Raceway. Progettato dall'architetto tedesco Hermann Tilke, è costato  circa 130 milioni di  euro e sorge nella località di Volokolamsk, circa  100 chilometri dal  centro dell'immensa capitale russa. Le sue configurazioni possibili sono ben 18 e vanno da un minimo di 1.357 a un massimo di 4.070 metri. L'unidicesima prova del Mondiale SBK si correrà sulla sua veste "standard", lunga 3.931 metri e che si sviluppa su 14 curve.

LE FORZE IN CAMPO - Parte in Russia la volata finale (200 i punti totali da assegnare nelle prossime 4 gare che si correranno poi in Germania, Portogallo e Francia) per la conquista del titolo iridato, con una situazione di classifica che vede Marco Melandri a soli 10,5 punti dal capolista Max Biaggi. In gioco ci sono anche Tom Sykes - la vera rivelazione di questa stagione assieme al compagno di squadra Baz - Carlos Checa e Jonathan Rea.

Interessante anche il quadro costruttori, con BMW (316 punti) per la prima volta in testa al campionato dopo aver strappato il primato ad Aprilia. In lotta per il titolo anche Ducati e Kawasaki.

I PRONOSTICI - "L’esito finale del mondiale Superbike non è più così scontato - ci spiega il nostro esperto di betting Gianluca Ferraris - almeno secondo i bookmaker, che tra Biaggi e Marco Melandri vedono ormai uno scarto medio di quote pari ormai a mezzo punto: chi scommette sul pilota romano ancora vincente incasserà, in caso di pronostico azzeccato, 1,6 volte la posta, mentre chi punterà su Melandri si aggiudicherà, eventualmente, un moltiplicatore di 2,1.

Lo scarto tra i due contendenti è minimo anche per quanto riguarda il GP di Mosca. Qui infatti il vantaggio dato dall’anzianità di categoria di Biaggi si annulla, poiché il Moscow Raceway è una novità assoluta non solo in ottica Sbk, ma anche in chiave motociclistica: così la possibilità che sia Biaggi a passare per primo sotto la bandiera a scacchi in una delle due sessioni di gara vale 2,75 volte la posta su StanleyBet, il peggior offerente, e sale al massimo a 5,2 per BetVictor. Quote non distanti da quelle dei principali competitor, nell’ordine Melandri, Rea. Smrz e Laverty.

LE GOMME - "Il  circuito russo è un tracciato nuovo non solo per i piloti che  vi correranno per la prima volta ma ovviamente anche per Pirelli", tiene a precisare Giorgio Barbier, Race Director del fornitore unico del campionato.  "Per il weekend, oltre a pneumatici da pioggia e  intermedi, ci saranno 6 soluzioni slick in totale, 3 per l'anteriore e  altrettante per il posteriore. All'anteriore ritroviamo la SC1 di  riferimento e due soluzioni nell'area SC2, già utilizzate in diverse gare quest'anno. Per il posteriore invece, i piloti potranno anche scegliere tra  due soluzioni le cui mescole si posizionano nell'area SC1".

© Riproduzione Riservata

Commenti