Il contropiede di Galliani: l'ad scarica Seedorf
ANSA
Il contropiede di Galliani: l'ad scarica Seedorf
Sport

Il contropiede di Galliani: l'ad scarica Seedorf

Nel doppio incontro con Silvio Berlusconi il dirigente ha ribadito la sua intenzione di restare al Milan e cambiare nuovamente guida tecnica

Continua a regnare l'incertezza in casa Milan. I conflitti interni fra dirigenti, calciatori e staff tecnico sono evidenti e neppure un abile apparato comunicativo come quello del club rossonero è riuscito ad ovattare quest'anno gli spifferi provenienti da Milanello ed Arcore. A Villa San Martino l'amministratore delegato con compiti sportivi Adriano Galliani ha incontrato per ben due volte il patron rossonero Silvio Berlusconi negli ultimi quattro giorni. Due summit nei quali l'esperto dirigente ha ribadito il suo desiderio di continuare la propria esperienza al Milan e in cui ha scaricato apertamente il tecnico Clarence Seedorf. Una scelta subìta dall'alto a gennaio, tuttavia mai realmente avallata dall'ad che ha lamentato gli atteggiamenti tenuti con calciatori e media dall'olandese. Galliani ha presentato un dossier dettagliato sull'operato bimestrale dell'ex numero dieci del Botafogo.

Rendimento di squadra e condizione atletica sono stati posti in evidenza quali pecche a cui Seedorf non ha saputo porre rimedio, inoltre all'allenatore viene imputata la mancanza di rispetto nei confronti del suo predecessore (Allegri) accusato apertamente e senza mezzi termini dei mali della squadra rossonera. L'ampliamento dello staff tecnico è in stand-by in quanto appare costoso e poco convincente, nonostante le continue richieste giunte dallo stesso Seedorf in vista della prossima stagione. Il contratto per i prossimi due anni da quasi dieci milioni lordi potrebbe rappresentare un ostacolo importante per la chiusura anticipata del rapporto. A meno che non si punti sulla soluzione interna sia in panchina che nei quadri dirigenziali. Quella per la quale spinge il medesimo Adriano Galliani, ovvero Pippo Inzaghi alla guida della squadra e il fido Mauro Bianchessi promosso dal ruolo di direttore sportivo della formazione Primavera a quello della Prima Squadra. I risultati delle prossime gare contro Lazio e Fiorentina in trasferta saranno decisivi: in caso di ulteriori flop anche Barbara e Silvio Berlusconi potrebbero rivedere le proprie considerazioni sull'olandese, avvicinandosi alle rimostranze e ai dubbi palesati in maniera netta e diretta da Galliani.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti