Senna: numeri e primati di un fuoriclasse

Il Primo maggio ricorre il ventennale della scomparsa di uno dei più grandi piloti della storia della Formula 1. Brasiliano di San Paolo, è stato l'eroe di un Paese

Senna al Gran premio di Monza del 1989 – Credits: ANSA

Dario Pelizzari

-

“Non ho idoli. Ammiro il duro lavoro, la dedizione e la competenza”. In dodici parole, la sintesi del credo sportivo di uno dei più grandi piloti di sempre, Ayrton Senna, brasiliano di San Paolo, idolo di un Paese intero perché straordinariamente fuori dagli schemi, fuori e dentro la pista. Veloce, anzi, velocissimo al volante di una monoposto, perché metodico, determinato, saggio e competitivo al limite della baruffa. E pure a portata di sorriso di chiunque gli si avvicinasse, cortese e disponibile come soltanto i campioni veri sanno e possono essere. Senna ha cambiato la Formula 1 dall'interno, rivoluzionando logiche che sembravano sepolte da decenni di convinzioni più o meno legittime, più o meno necessarie. Senna ha vinto anche a motori spenti, davanti ai microfoni della stampa, a due passi dalla miseria del suo Brasile, che ne ha fatto un eroe prima che il destino decidesse per tutti. Era nato il 21 marzo del 1960. E' morto il 1° maggio di 34 anni dopo, a poche ore dallo schianto sulla pista di Imola. Senza di lui, la F1 ha perso sostanza e poesia, incanto e meraviglia.

I suoi numeri

11 campionati in Formula 1 (dal 1984 al 1994)

4 scuderie (Toleman, Lotus, McLaren e Williams)

3 titoli mondiali (1988, 1990, 1991)

161 gran premi disputati (debutto il 25 marzo del 1984 sul circuito di Jacarepaguà, in Brasile)

41 vittorie

80 podi

96 piazzamenti a punti

65 pole position

87 prime file

19 giri veloci

614 punti conquistati (610 quelli validi)

8219 giri percorsi, di cui 2987 in testa alla gara

I suoi primati

Maggior numero di pole position consecutive (8, da Gp Spagna '88 a Gp Stati Uniti '89)

Maggior numero di pole position nello stesso gran premio (8 al Gp San Marino, a pari merito con Michael Schumacher, che ne raccolse 8 al Gp del Giappone)

Maggior numero di pole position nel gran premio di casa (6, Gp del Brasile)

Maggior numero di partenze consecutive n prima fila (24, da Gp Germania '88 a Gp Australia '89)

Maggior numero di gran premi vinti e percorsi in testa dal primo all'ultimo giro (19)

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

20 anni fa moriva Ayrton Senna

Le immagini della carriera del campione brasiliano morto ad Imola il 1 maggio 1994

Commenti