Dario Pelizzari

-

L'uragano Patricia ha fatto tappa ad Austin, sede del Gran premio degli Stati Uniti. E' piovuto tanto, tantissimo nella giornata di venerdì, costringendo gli organizzatori ad annullare le seconde libere. Ed è piovuto tanto, tantissimo, anche il giorno successivo, con le libere 3 che sono andate in scena in condizioni al limite del possibile e il via alle qualifiche che è stato posticipato perché le monoposto non erano ancora state dotate di... remi. Previste per le ore 20 del sabato, queste ultime hanno subito continui rinvii. Fino alle 23, termine ultimo dettato dal regolamento per decidere il dentro o fuori, se procedere, oppure no. Dopo un paio di giri della safety car spedita in pista per vedere l'effetto che fa, la notizia che chiude nel cassetto le speranze del pubblico in tribuna: qualifiche spostate a domenica alle 15 ora italiana. Con la partenza della gara, in calendario alle 20, che non dovrebbe subire alcuna variazione. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Gp Russia: botto di Sainz nelle libere - Il video

Il pilota della Toro Rosso è uscito fuori pista alla curva 13, ma è cosciente. La dinamica dell'incidente non è ancora chiara

Gp Russia: Hamilton senza rivali, Ferrari sul podio con Vettel (2°)

A Sochi il britannico della Mercedes approfitta del ritiro di Rosberg per vincere la gara che gli consegna mezzo mondiale. Ottimo Sainz

Accordo tra Fia e Pirelli: fornitura di gomme fino al 2019

Dal paddock di Sochi, Tronchetti Provera conferma il rinnovo del contratto per altri tre anni. "Ora parliamo di regole tecniche"

Commenti