Formula 1

F1, Gp Singapore: quote, orari, curiosità

Sulla pista di Marina Bay, la Ferrari è attesa al colpo di coda che possa almeno in parte cancellare Monza

Alonso a Marina Bay nel 2013

Dario Pelizzari

-

Se avesse dovuto scegliere un circuito dal quale dare il via alla sua nuova avventura da numero 1 della Ferrari, Sergio Marchionne non avrebbe potuto scegliere di meglio. Sì, perché sul tracciato di Marina di Bay, sede del Gran premio di Singapore e tappa numero 14 del calendario della F1, Fernando Alonso corre e graffia come nessun altro. Anno 2008, prima edizione della gara sull'isola dei grattacieli: il pilota asturiano del Cavallino, allora al volante della Renault, fa festa per l'ingresso della safety car (in pista per mettere ordine dopo l'incidente che coinvolge il compagno di squadra, Nelson Piquet Jr.) e centra una vittoria da raccontare ai nipotini. Partito 15° trova il modo di salire sul gradino più alto del podio tra gli applausi, guarda un po', di Nico Rosberg (Williams, secondo) e Lewis Hamilton (McLaren, terzo). Una “prima” in notturna da mettere i brividi. Ma è soltanto l'inizio.

Dal 2009 al 2012, Alonso raccoglie un altro trionfo (2010) e arriva due volte terzo. Considerando i saliscendi della Ferrari negli ultimi anni, un filotto che sa di mezzo prodigio. Nel 2013, la magia si ripete, benedetta safety car. Al giro 23, Daniel Ricciardo ammacca la sua Toro Rosso e la corsa viene congelata. Ne approfittano le due monoposto di Maranello, che passano subito ai box per il pit stop e ripartono di slancio. Sul traguardo, l'entusiasmo veste il rosso. Vince Sebastian Vettel, ma Alonso chiude alle sue spalle, sistemando da manuale i cocci di una gara che pareva destinata ai mugugni. Come se non bastasse, Kimi Raikkonen fa terzo sulla Lotus. Marchionne legge i numeri di Singapore e spera nell'impresa che possa cancellare, almeno in parte, i tormenti senza fine di Monza. La Ferrari che accusa il fiatone sui circuiti veloci, a Marina Bay dovrebbe fare meno fatica a stare al passo delle solite note. Appunto, dovrebbe.

I numeri del Gp di Singapore
Gara numero 14 di 19
Nome circuito: Marina Bay Street Circuit
Prima gara disputata nel 2008
Numero di giri: 61
Lunghezza del circuito: 5,065 Km
Distanza complessiva: 308,828 Km
Miglior tempo: 1’48”574 – Vettel (2013)

I precedenti
Pole, podi e risultati nelle ultime quattro edizioni.
2013 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Vettel (Red Bull), 2° Alonso (Ferrari), 3° Raikkonen (Lotus). Giro più veloce: Vettel (Red Bull). Ferrari: 2° Alonso, 6° Massa.

2012 - Pole: Hamilton (McLaren). Podio: 1° Vettel (Red Bull), 2° Button (McLaren), 3° Alonso (Ferrari). Giro più・veloce: Hulkenberg (Force India). Ferrari: 3° Alonso, 8° Massa.

2011 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Vettel (Red Bull), 2° Button (McLaren), 3° Webber (Red Bull). Giro più veloce: Button (McLaren). Ferrari: 4° Alonso, 9° Massa.

2010 – Pole: Alonso (Ferrari). Podio: 1° Alonso (Ferrari), 2° Vettel (Red Bull), 3° Webber (Red Bull). Giro più veloce: Alonso (Ferrari). Ferrari: 1° Alonso, 8° Massa.

L'albo d'oro piloti di Marina Bay
3 – Sebastian Vettel
2 – Fernando Alonso
1 – Lewis Hamilton

L'albo d'oro costruttori di Marina Bay
3 – Red Bull
1 – Renault, Ferrari, McLaren

Podi per pilota
5 – Fernando Alonso
4 – Sebastian Vettel

La classifica piloti prima del Gp di Singapore
(prime 10 posizioni)
1° Rosberg (Mercedes), 238 punti; 2° Hamilton (Mercedes), 216; 3° Ricciardo (Red Bull), 166; 4° Bottas (Williams), 122; 5° Alonso (Ferrari), 121; 6° Vettel (Red Bull), 106; 7° Button (McLaren), 72; 8° Hulkenberg (Force India), 70; 9° Massa (Williams), 55; 10° Raikkonen (Ferrari), 41.

La classifica costruttori prima del Gp di Singapore
(prime 5 posizioni)
1° Mercedes, 454 punti; 2° Red Bull, 272; 3° Williams, 177; 4° Ferrari, 162; 5° McLaren, 110.


Le quote bwin
Vettel difficilmente riuscirà a fare poker: la pole (15.00) e la vittoria (18.00) in lavagna bwin sono quote a doppia cifra. Al Gp di Singapore ci si attende l’ennesimo duello fra i condottieri del team Mercedes. Hamilton è il superfavorito sia in qualifica (1.65) sia in corsa (1.80). Rosberg, capoclassifica del Mondiale, è offerto a 2.65 per la pole e 2.85 per il quinto successo stagionale.   
Daniel Ricciardo su Red Bull ha dimostrato di saper inseguire le Frecce d’argento: in lavagna bwin pole e trionfo finale sono offerti rispettivamente a 12.00 e 8.00. Per Valtteri Bottas e Felipe Massa la lotta è con Red Bull e Ferrari. Le quote favorisco il pilota finlandese sia per la pole (25.00) sia per il primo posto (30.00). Massa, nonostante l’ottimo terzo posto di Monza, parte di poco svantaggiato (pole a 30.00 e vittoria a 35.00).
Prima gara per le Ferrari del dopo-Montezemolo su un circuito che può essere congeniale alle rosse di Maranello. Per il pilota asturiano, pole position e vittoria domenicale sono proposte a 30.00; la situazione non migliora per il compagno di squadra Kimi Raikkonen, che si gioca a 75.00 sia in qualifica sia per la prima gioia stagionale.

Gli orari tv
Venerdì
Ore 12: prove libere 1, diretta Sky Sport F1 e Rai Sport 2
Ore 15,30: prove libere 2, diretta Sky Sport F1 e Rai Sport 2

Sabato
Ore 12: prove libere 3, diretta Sky Sport F1.
Ore 15: qualifiche, diretta Sky Sport F1 e Rai 2

Domenica
Ore 14: gara, diretta Sky Sport F1 e Rai 1

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Perché Montezemolo ha lasciato la Ferrari

Il vero motivo dell'addio dello storico presidente è molto semplice: totale incompatibilità di carattere con Sergio Marchionne. Ecco tutti i motivi dello scontro

Caso Ferrari: ma è così facile vincere in F1?

Marchionne ha puntato l'indice contro i sei anni senza successi. Un digiuno senz'altro lungo per il Cavallino, che però sta vivendo quanto già accaduto ad altri blasonati team

F1: comunicazioni in pista, passo e chiudo

La Fia cambia ancora il regolamento in corsa e dal Gp di Singapore vieta ai box di girare ai piloti informazioni utili in gara. L'obiettivo? Migliorare lo spettacolo

Commenti