F1, Gp Canada: anticipazioni, quote, orari e precedenti

Sulla pista di Montreal, settima prova del mondiale della Formula 1, Hamilton e Rosberg continueranno a fare a sportellate per il primo posto in classifica. La Ferrari ha promesso una rivoluzione: possibile?

Hamilton e Rosberg, i due assi della Mercedes – Credits: EPA/SRDJAN SUKI

Dario Pelizzari

-

La Mercedes l'ha messa sul ridere. In un video pubblicato dalla casa tedesca, Lewis Hamilton e Nico Rosberg, che nel weekend di Montecarlo si sono beccati come mai prima d'ora, hanno sfoderato sorrisi da ultimo giorno di scuola, misurandosi in gare e prove che nulla hanno a che fare con la Formula 1. Due volte Nico, quattro volte Lewis. Nei sei gran premi fin qui disputati c'è sempre stato un pilota Mercedes sul gradino più alto del podio e soltanto in Australia, causa il ritiro di Hamilton, non è stata centrata la seconda posizione. Come dire, oltre le Frecce d'argento il vuoto, o poco più. Nella conferenza stampa del giovedì sul circuito di Montreal, il campione del mondo britannico nel 2008 ha spiegato di aver voglia di guardare al futuro: “Siamo amici da molti anni e come succede agli amici abbiamo degli alti e bassi. Tra me e Nico non ci sono problemi, vogliamo lottare insieme per la conquista del titolo”. Chi crede che l'ascia di guerra sia stata sepolta definitivamente, alzi la mano.

In casa Ferrari regna l'ottimismo. Parola di Fernando Alonso, che attraverso il sito ufficiale del Cavallino ha fatto sapere che presto ne vedremo delle belle. “Dopo Monaco ho notato una bella atmosfera a Maranello – ha detto il pilota spagnolo - tutti sono molto motivati e affamati di buoni risultati. Certo siamo realisti, sappiamo bene dove siamo al momento, ma da ora in poi vogliamo essere in condizione di ottenere buoni risultati e di goderci un po' di più i weekend di gara. Una cosa è certa: stiamo tutti lavorando nella stessa direzione per migliorare la vettura”. Ecco la notizia che il popolo ferrarista attendeva da settimane: in Canada, meglio, dal Gran premio del Canada, le cose andranno meglio. “Abbiamo migliorato la F14 T sul piano dell'aerodinamica – ha detto Alonso - mentre al simulatore abbiamo fatto moltissimo lavoro sull'assetto: il nostro obiettivo è avere una vettura migliore in Canada. Impossibile però fare pronostici perché i nostri miglioramenti devono essere visti in relazione a quelli che faranno i nostri avversari. L'ambizione resta quella di ridurre il gap il più possibile”. Per la verifica su pista, non resta che attendere che si accendano i motori.

I numeri del Gp del Canada

Gara numero 7 di 19

Nome circuito: Circuit Gilles Villeneuve

Prima gara disputata nel 1978

Numero di giri: 70

Lunghezza del circuito: 4,361 Km

Distanza complessiva: 305,270 Km

Miglior tempo: 1’13”633 – R. Barrichello (2004)

I precedenti

Pole, podi e risultati Ferrari nelle ultime quattro edizioni

2013 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Vettel (Red Bull), 2° Alonso (Ferrari), 3° Hamilton (Mercedes). Giro più veloce: Webber (Red Bull). Ferrari: 2° Alonso, 8° Massa.

2012 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Hamilton (McLaren), 2° Grosjean (Lotus), 3° Perez (Sauber). Giro più veloce: Vettel (Red Bull). Ferrari: 5° Alonso, 10° Massa.

2011 – Pole: Vettel (Red Bull). Podio: 1° Button (McLaren), 2° Vettel (Red Bull), 3° Webber (Red Bull). Giro più veloce: Button (McLaren). Ferrari: 6° Massa, Alonso fuori al 36° giro a causa dell'incidente provocato dallo spagnolo nel tentativo di sorpassare Button.

2010 – Pole: Hamilton (McLaren). Podio: 1° Hamilton (McLaren), 2° Button (McLaren), 3° Alonso (Ferrari). Giro più veloce: Kubica (Renault). Ferrari: 3° Alonso, 15° Massa.

La classifica piloti prima del Gp del Canada
(prime 10 posizioni)

1° Rosberg (Mercedes), 122 punti; 2° Hamilton (Mercedes), 118; 3° Alonso (Ferrari), 61; 4° Ricciardo (Red Bull), 54; 5° Hulkenberg (Force India), 47; 6° Vettel (Red Bull), 45; 7° Bottas (Williams), 34; 8° Button (McLaren), 31; 9° Magnussen (McLaren), 21; 10° Perez (Force India), 20.

La classifica costruttori prima del Gp del Canada
(prime 5 posizioni)

1° Mercedes, 240 punti; 2° Red Bull, 99; 3° Ferrari, 78; 4° Force India, 67; 5° McLaren e Williams, 52.

Le quote bwin

Lewis Hamilton è il favorito numero uno della gara. Per bwin è il pilota da battere sia in qualifica (pole a 1,45) sia in gara (vittoria a 1,50). Dietro di lui, il suo compagno di squadra, Nico Rosberg, reduce dal trionfo di Montecarlo. Per il tedesco del principato, il primo posto nella griglia di partenza vale 3.00, mentre il gradino più alto del podio a fine corsa è dato a 2,75. Poi, il vuoto. Ricciardo e Vettel della Red Bull viaggiano a braccetto nelle quote per il sabato e la domenica (15,00 in entrambi i casi) e precedono il ferrarista Alonso, che potrebbe fare meglio in gara (20,00) piuttosto che in qualifica (pole a 30,00).

Provare per credere? La pole a Raikkonen è data a 65,00, quella a Hulkenberg a 75,00, mentre quella a Perez a 100. Capitolo gara. Raikkonen non può vincere, parola di bwin, che paga la vittoria del finlandese sulla pista intitolata alla memoria di Gilles Villeneuve a 45,00. Hulkenberg segue a 75,00, Perez a 100. Dopo appena sei gare, il titolo mondiale è già una questione privata tra Hamilton (1,45) e Rosberg (2,75). Per Ricciardo, Vettel e Alonso (34,00) buona la prossima.

Gli orari tv

Venerdì

Ore 16: prove libere 1, diretta Sky Sport F1 e Rai Sport 2

Ore 20: prove libere 2, diretta Sky Sport F1 e Rai Sport 2

Sabato

Ore 16: prove libere 3, diretta Sky Sport F1 e Rai Sport 2

Ore 19: qualifiche, diretta Sky Sport F1 e Rai 2

Domenica

Ore 20: gara, diretta Sky Sport F1 e Rai 1

Twitter: @dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti