La Fifa finisce in mostra... al Museo della Mafia
The Mob Museum
La Fifa finisce in mostra... al Museo della Mafia
Sport

La Fifa finisce in mostra... al Museo della Mafia

Una rassegna dedicata a Blatter & Co. sarà ospitata a Las Vegas dal 1° settembre. E potrebbe anche trasformarsi in una sezione permanente

Uno scandalo dopo l'altro, la Fifa è riuscita ad accreditarsi negli States come una vera organizzazione: nel senso che dal 1° settembre sarà protagonista di una mostra a lei dedicata al The Mob Museum, ovvero il Museo della Mafia di Las Vegas, con foto, riproduzioni di documenti e supporti multimediali a sostegno della tesi che in seno alla massima federazione del calcio c'era una spiccata tendenza alla corruzione, come stanno appunto dimostrando arresti e inchieste. 

Il titolo della rassegna sarà "The Beautiful Game Turns Ugly" ("Il bel gioco diventa brutto") e in futuro potrebbe diventare - come informa una nota dello stesso Mob - "un nuovo display da aggiungere alla nostra collezione che sta crescendo". Si pensa dunque a una sezione permanente con tanto di apposita sala perché, come spiega nello stesso comunicato il direttore esecutivo Jonathan Ullman, "per i sempre più numerosi visitatori che arrivano da noi e provengono da Regno Unito, Messico, Brasile e Italia, quello della Fifa e dei suoi scandali è un esempio di grande risonanza su quali forme possa prendere il crimine organizzato".

A essere offuscata, ovviamente, non è solo l'immagine della Fifa, ma anche e soprattutto quella di Sepp Blatter, che rischia di ritrovarsi accanto ad Al Capone, Albert Anastasia e tanti altri nella galleria di storie e personaggi che fanno la storia di questa struttura, realizzata in un decennio con un investimento di 42 milioni di dollari e inaugurata il 14 febbraio 2012 in ricordo della "Strage di San Valentino" del 1929.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti