Sport

Federer-Nadal: storia di una sfida lunga 13 anni - Foto e Video

Dopo l'emozionante finale agli Australian Open ripercorriamo le tappe di una rivalità che ha elettrizzato il tennis del Duemila

Spanish Rafael Nadal (L) and Swiss Roger

Teobaldo Semoli

-

Era il mese di marzo del 2004 quando Roger Federer e Rafa Nadal si trovavano uno di fronte all’altro per la prima volta: in quel primo incontro sul cemento al Master di Miami lo spagnolo prevalse, a sorpresa, sullo svizzero che in quella stagione avrebbe vinto 3 dei quattro tornei dello Slam - e che l’anno successivo, in Florida, si sarebbe preso la rivincita -. Da allora sono iniziati 13 anni di una leggendaria rivalità tennistica che probabilmente ha toccato il suo massimo negli anni tra il 2006 e il 2008, quelli dell'ascesa di Nadal ai vertici del circuito, ma che di fatto non ha mai smesso di regalare sfide indimenticabili.

Non c’è mai stato e mai ci sarà un ‘pareggio’ tra di due, come avrebbe voluto Federer che a Melbourne ha speso per il suo eterno rivale e nemesi sotto ogni punto di vista, caratteriale e sportivo, parole al miele (peraltro reciproche): la sua vittoria in Australia aggiorna in maniera decisiva un record che nelle 35 sfide tra i due vede ampiamente davanti lo spagnolo 23 a 12, con Roger che però è tornato a battere Rafa in un torneo dello slam dopo quasi 10 anni. L’ultima volta era successo nella finale di Wimbledon del 2007.

 

Prima di ieri Federer non aveva mai vinto una finale di torneo dello slam contro Rafa lontano dall'erba dell’ All England Club dove, nel 2008, è andata in scena quella che in molti definiscono come la finale più bella di sempre, questa volta vinta al quinto set da Nadal che al terzo tentativo riuscì a strappare a Federer lo scettro di Re di Wimbledon. L’impresa di battere l’avversario sulla superficie preferita, la terra rossa per Nadal, è riuscita a Federer in due occasioni (Amburgo 2007 e Madrid 2009) ma mai in una finale del Roland Garros dove il maiorchino ha prevalso in tutte e 5 le finali giocate tra il 2005 e il 2011.

Vedendola nei numeri sembra assurdo pensare che possa essere nata una simile rivalità da un record così sbilanciato in favore di Nadal che, di fatto, contro Federer ha quasi sempre vinto nelle finali degli slam (tranne in due occasioni), lasciando le briciole, dal 2008 in poi, al suo avversario: quattro tornei Master 1000 (Madrid 2009, Master 2010, e 2011, Indian Wells 2013) a fronte di 10 vittorie di cui tre in finali di tornei dello slam (Australian Open 2012, 2014).

Il dualismo tra Federer-Nadal è stato capace di andare oltre i record e le statistiche. L’ultima 'vera' sfida tra i due risaliva alla semifinale dell’Australian Open 2014, una delle (poche) senza storia in cui Federer venne sconfitto in tre set senza possibilità di replica. Sembrava la fine di una rivalità riaccesa solo parzialmente dalla finale del torneo di Basilea, Atp 500 di relativo prestigio, non fosse perché si tratta del torneo di casa dello svizzero, vinta da Roger in tre set ma intorno alla quale aleggiava una alone di nostalgia che difficilmente avrebbe potuto far prevedere, a più di un anno di distanza, un nuovo episodio della saga così avvincente da riempire di nuovo le prime pagine dei giornali.

© Riproduzione Riservata

Commenti