F1 2014: tutte le novità
Ansa.
F1 2014: tutte le novità
Sport

F1 2014: tutte le novità

Dai regolamenti al calendario, dalle scuderie ai piloti e alla copertura televisiva. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul campionato al via in Australia

LE NUOVE REGOLE

Cosa cambia rispetto alla stagione 2013? Innanzitutto, i motori. Largo ai turbocompressori dopo 26 anni. I nuovi propulsori, chiamati dai più “power unit” perché prevedono un doppio sistema di recupero dell'energia, dovranno girare almeno 4000 km, esattamente il doppio rispetto allo scorso anno. La F.1 guarda avanti e ridimensiona la potenza delle monoposto, che saranno inoltre per regolamento più pesanti (peso minimo 690 Kg contro i 642 dell'ultimo campionato), potranno contare su 50 Kg in meno di carburante (da 150 a 100) e saranno dunque meno performanti.

Dalle monoposto ai piloti: rivoluzione nei numeri della nuova F.1. Da quest'anno, i piloti avranno sulla livrea della propria macchina un numero che li accompagnerà per tutta la carriera. In occasione dell'ultimo gran premio del Mondiale (23 novembre, Abu Dhabi), sarò poi assegnato un punteggio doppio rispetto alle gare precedenti.

L'ingegner Vandone dà i voti alle monoposto dopo gli ultimi test

Le nuove power unit

IL CALENDARIO

Fuori India e Corea, dentro Austria e Russia. Rispetto al 2013, non fanno parte del programma due gran premi asiatici, sostituiti da due gare che si terranno in Europa. Inoltre, l'ultima corsa della stagione non prenderà più il via dal Brasile, bensì dagli Emirati Arabi. Confermata anche per quest'anno l'ormai tradizionale alternanza del Gp di Germania. Nel 2014 la F.1 farà tappa a Hockenheim.

16 marzo – Gp Australia

30 marzo – Gp Malesia

6 aprile – Gp Bahrain

20 aprile – Gp Cina

11 maggio – Gp Spagna

25 maggio – Gp Monaco

8 giugno – Gp Canada

22 giugno – Gp Austria

6 luglio – Gp Gran Bretagna

20 luglio – Gp Germania

27 luglio – Gp Ungheria

24 agosto – Gp Belgio

7 settembre – Gp Italia

21 settembre – Gp Singapore

5 ottobre – Gp Giappone

12 ottobre – Gp Russia

LE SCUDERIE

Nessun cambiamento rispetto allo scorso anno. I 12 team che prenderanno parte al campionato 2014 saranno: Ferrari, Red Bull, McLaren, Williams, Force India, Lotus, Toro Rosso, Sauber, Mercedes, Caterham e Marussia.

Tutte le immagini delle nuove monoposto

La livrea della Williams "griffata" Martini

I PILOTI

Un addio illustre (Mark Webber, che ha lasciato la F.1 dopo 12 stagioni), tre possibili arrivederci (saltano almeno un giro Di Resta, Pic, Van der Garde), un rimpianto (Davide Valsecchi, che ha lasciato la Lotus dopo essere arrivato vicinissimo a fare il suo debutto nella F.1), un ritorno, anzi due (Kobayashi, ex Sauber oggi alla Caterham, e Raikkonen, di nuovo in Ferrari dopo 5 anni), tre esordienti (Magnussen, Kvyat ed Ericsson), e 7 trasferimenti da un team all'altro. Ecco, nel dettaglio, i protagonisti della stagione 2014.

Red Bull
Sebastian Vettel (confermato) e Daniel Ricciardo (dalla Toro Rosso)

Mercedes
Lewis Hamilton (confermato) e Nico Rosberg (confermato)

Ferrari
Fernando Alonso (confermato) e Kimi Raikkonen (dalla Lotus)

McLaren
Jenson Button (confermato) e Kevin Magnussen (esordiente)

Sauber
Adrian Sutil (dalla Force India) ed Esteban Gutierrez (confermato)

Lotus
Romain Grosjean (confermato) e Pastor Maldonado (dalla Williams)

Force India
Nico Hulkenberg (dalla Sauber) e Sergio Perez (dalla McLaren)

Toro Rosso
Jean-Eric Vergne (confermato) e Daniil Kvyat (esordiente)

Williams
Valtteri Bottas (confermato) e Felipe Massa (dalla Ferrari)

Marussia
Jules Bianchi (confermato) e Max Chilton (confermato)

Caterham
Kamui Kobayashi (dal 2010 al 2012 alla Sauber) e Marcus Ericsson (esordiente)

Piloti 2014: immagini e numeri

LA STAGIONE 2014 in tv

Sky garantirà la diretta di tutti i 19 gran premi. Di questi, dieci saranno trasmessi dalla piattaforma satellitare in diretta esclusiva, vincolando la Rai a una differita di almeno tre ore. L'esclusiva live, riservata agli abbonati di Sky, interesserà le prime due corse del mondiale, Australia e Malesia, e alcuni gp che hanno fatto la storia della F.1, come Monte Carlo, Silverstone, Hockenheim, Spa-Francorchamps e Suzuka.

La copertura Sky

Twitter: @dario_pelizzari

Ti potrebbe piacere anche

I più letti