Le italiane in Europa League: guida agli ottavi
ANSA / MAURIZIO DEGLI INNOCENTI
Le italiane in Europa League: guida agli ottavi
Sport

Le italiane in Europa League: guida agli ottavi

Zenit-Torino, Wolfsburg-Inter, Fiorentina-Roma e Napoli-Dinamo Mosca: i precedenti, le statistiche e gli orari tv delle gare di andata

Zenit-Torino (giovedì 12/3, ore 18, Mediaset Premium)

Primo incrocio ufficiale in Russia tra Zenit e Torino. La formazione di San Pietroburgo ospita per la quinta volta nelle coppe una squadra italiana. Il bilancio dice bene al tricolore: un successo, un pareggio e due sconfitte russe. Per il Torino è invece la seconda "campagna" russa. Nel novembre del 1992 i granata chiusero sullo 0-0 a Mosca contro la Dinamo, gara valida per la Coppa Uefa. Lo Zenit non subisce gol nelle coppe da 181' in assoluto, nelle gare casalinghe da 197'. Torino in gol da 12 partite ufficiali consecutive, in cui ha segnato un totale di 24 reti: ultimo stop in Chievo-Torino 0-0 di serie A, 6 gennaio scorso. Dirige il portoghese Manuel De Sousa, classe 1975, internazionale dal 2006. All'esordio con lo Zenit, conta 3 precedenti con club russi nelle coppe. Primo incrocio anche fra De Sousa e il Torino; con team italiani il bilancio è di una vittoria, due pareggi e una sconfitta in 4 direzioni totali. 

Wolfsburg-Inter (giovedì 12/3, ore 19, Mediaset Premium)

Il Wolfsburg ospita per la prima volta l'Inter in gare ufficiali, per la seconda un club italiano nelle coppe. Nella prima, rimediò una sconfitta 0-2 dal Perugia nella Coppa Intertoto 2003/04. L'Inter è alla ventiduesima trasferta ufficiale in Germania: finora lo score è di 6 vittorie nerazzurre, 7 pareggi e 8 affermazioni tedesche. Il Wolfsburg non incassa gol nelle coppe europee da 285': l'ultima rete subita porta la firma di Mirallas (Everton). L'Inter non perde nelle coppe europee dal 7 marzo 2013, 0-3 a Londra dal Tottenham in Europa League. Arbitra il polacco Szymon Marciniak, classe 1981, internazionale dal 2011. Marciniak dirigerà per la prima volta i biancoverdi di casa, per la quarta un club tedesco nelle coppe, il cui bilancio - finora – è di due vittorie e un pareggio. All'esordio anche con l'Inter, arbitra un club italiano in Europa per la quarta volta e con lui in campo finora le nostre rappresentanti hanno sempre vinto.

Fiorentina-Roma (giovedì 12/3, ore 21,05, Mediaset Premium e Rete 4)

Fiorentina e Roma si incontrano per la prima volta nelle coppe europee. Il 15 giugno 1968, in terra svizzera, i due club si incrociarono in Coppa delle Alpi: finì 1-0 per i giallorossi, con rete decisiva di Taccola. La Fiorentina ospita per la terza volta una connazionale nelle gare europee e non ha mai vinto né segnato. Nei due precedenti, l'avversaria di turno è stata la Juventus (0-0 sul neutro di Avellino nella finale Uefa 1989/90 e 0-1 l'anno scorso in Europa League). Roma alla seconda trasferta italiana in Europa: nella finale di andata Uefa 1990/91 giallorossi k.o. a Milano contro l'Inter (0-2). E' il diciassettesimo derby italiano nelle coppe europee: tolte due finali secche, nelle 14 sfide andata/ritorno, 9 volte ha superato il turno chi ha giocato prima in casa, 5 chi ha giocato il ritorno tra le mura amiche. Viola imbattuti in casa da 7 partite ufficiali di fila, con un bilancio di 4 successi e 3 pareggi. L'ultima sconfitta interna della Fiorentina risale all'undici dicembre 2014, 1-2 dalla Dinamo Minsk in Europa League. Per rivedere una simile striscia positiva al "Franchi" dei toscani si deve tornare indietro di 13 mesi: nel periodo novembre 2013-febbraio 2014 furono 10 le gare utili consecutive messe insieme dalla squadra viola. 

Nelle ultime 16 gare ufficiali la Roma ha perso una sola partita, proprio dalla Fiorentina, in casa, in Coppa Italia, il 3 febbraio scorso: 0-2. Nelle altre 15 si contano 5 successi capitolini e 10 pareggi. Fuori casa, invece, Roma imbattuta dallo 0-2 a Monaco contro il Bayern, in Champions; la striscia positiva - ancora in corso – dura da 10 partite. Arbitra lo spagnolo Mateu Lahoz, classe 1977, internazionale dal 2011, fresco reduce da Juventus-Borussia Dortmund 2-1 della settimana scorsa in Champions. Al debutto con la Fiorentina nelle coppe, conta invece un incrocio con i giallorossi, battuti 0-1 a Bratislava dallo Slovan, in Europa League, agosto 2011. 

Napoli-Dinamo Mosca (giovedì 12/3, ore 21,05, Mediaset Premium)

Il Napoli ospita per la prima volta un club russo nelle coppe europee. Si ricordano al San Paolo quattro precedenti con squadre dell'ex Unione Sovietica, in cui gli azzurri rimasero imbattuti. Il bilancio, tutto a favore dei partenopei, dice una vittoria e tre pareggi. La Dinamo Mosca gioca in Italia per la terza volta. Nei due precedenti, ha battuto 2-1 il Torino  nella Coppa Uefa 1992/93 ed è stata sconfitta 0-3 a Roma dai giallorossi nella Coppa Uefa 1996/97. Napoli in gol, in casa, da 18 partite consecutivie le marcature totali azzurre sono state 44, con l'ultimo stop il 14 settembre scorso, Napoli-Chievo 0-1. Russi imbattuti nelle coppe da 6 trasferte consecutive, nelle quali hanno incassato 5 successi e un pareggio; l'ultima sconfitta esterna della Dinamo risale al 22 agosto 2012, 0-2 a Stoccarda in Europa League. Mai come franchigia della federazione russa la Dinamo aveva avuto una simile striscia positiva esterna nelle coppe europee. Dirige il greco Sidiropulos, classe 1979, internazionale dal 2011. Al debutto con il Napoli, conta 3 precedenti nelle coppe con team italiani.

Le quote scommesse

Clicca qui per conoscere le favorite dei bookmakers.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti