Eurolega: Sassari per la prima volta tra i giganti d'Europa
Michele Longo / Supporter's Magazine
Eurolega: Sassari per la prima volta tra i giganti d'Europa
Sport

Eurolega: Sassari per la prima volta tra i giganti d'Europa

Esordio assoluto del Banco per una Sardegna al suo bis in Coppa dei Campioni dopo... il Cagliari di Gigi Riva nel 1970

Tempo di Coppe europee anche per la pallacanestro italiana. Per Sassari e Brindisi si tratta della prima volta: in Eurolega per i sardi, in Eurochallenge per i pugliesi. Entrambe quattro anni militavano in Legadue ed è normale che l’emozione sia grande. Così, mentre il Brindisi Basket Club 2005 è pronto per l’esordio a Hertogenbosh, in Olanda, il 4 novembre (ci saremo anche noi), a Sassari l’attesa per l’Eurolega è diventata spasmodica. In città se ne parla da settimane, ora il grande giorno è arrivato: venerdì c'è l’esordio in casa del Nizhny Novgorod. Una trasferta lunga, complicata, dispendiosa, che costa 5 volte tanto una trasferta di Campionato. Ma che per Sassari è una straordinaria vetrina per immagine, promozione, esperienza.

Era dal 1970 che in Sardegna non si vedeva una partita della coppa più importante. Allora era la Coppa dei Campioni di calcio: il Cagliari, senza Gigi Riva infortunato, fu eliminato negli ottavi di finale dall’Atletico Madrid. Oggi, come allora, Sassari in Eurolega è sospinta da una regione intera. L’esordio a Novygorod, città della Russia europea non lontana da San Pietroburgo, sarà seguito nella Club House di casa Dinamo, il luogo di ritrovo che catalizza la presenza dei tifosi sassaresi a ogni trasferta. Molto più di un bar.


Sassari batte Milano: Supercoppa e sogni di...


Così come l'Eurolega è per il club molto più di un'avventura: "E' la più grossa opportunità che potesse capitarci, lo affrontiamo come un master universitario. E in quanto tale sappiamo di dover alzare il livello sotto tanti punti di vista”, ha detto Stefano Sardara, presidente Dinamo, in occasione della presentazione delle maglia che sarà sfoggiata per l’Eurolega. E che, in perfetto “Sardara style”, eclettico e instancabile promoter del “brand Dinamo”, presenta interessanti novità high tech per facilitare le prestazioni degli uomini di coach Meo Sacchetti.

Sulla maglia domina l'immagine dei quattro mori, pronti a fare il loro debutto nell’Europa dei giganti, come viene già chiamata da quelle parti. Sarà dura, ma Sassari vuole ben figurare. Un po’ come Brindisi, al debutto europeo e altrettanto affamata di basket che conta.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti