Getty Images Sport
Sport

Euro 2016, i tifosi della Russia beffano i controlli: fumogeni in curva

Ancora problemi dai supporter della squadra di Sulutsky. E adesso l'Uefa potrebbe decidere per l'esclusione dal torneo

Non c'è pace per l'Europei di Francia, dove ogni giorno si apre una falla nei sistemi di sicurezza. Non solo per strada e nelle piazze, dove è difficile controllare orde di scatenati che stanno causando incidenti e feriti in molte città sedi delle partite, ma anche all'interno degli impianti. L'aspetto più inquietante è proprio questo, perché le brecce nei sistemi di controllo sono continue ed espongono a rischi maggiori anche in considerazione dell'allerta terrorismo.

Già al termine della sfida tra Russia e Inghilterra a Marsiglia un razzo era stato sparato dalla curva dei supporter russi. Ora la scena si è ripetuta a Lilla nel corso di Russia-Slovacchia, con alcuni fumogeni accesi nel settore russo. Materiale pirotecnico evidentemente sfuggito alla rete delle perquisizioni che pure era stata rafforzata in virtù del precedente.

QUI TUTTI I VIDEO EURO 2016 SU PANORAMA TV

La Russia è sotto squalifica da parte dell'Uefa dopo i fatti di Marsiglia. L'espulsione dal torneo è stata congelata, ma è pronta a diventare esecutiva in caso di recidiva. Accadrà? Intanto bisogna specificare che la Uefa può registrare e punire solo quanto avviene all'interno degli stadi e, dunque, non ha alcuna giuridizione per gli scontri per le strade.

L'accesione di fumogeni è certamente un comportamento passibile di sanzione, ma non dovrebbe portare all'esclusione della squadra di Lutsky da Euro 2016 essendo molto minore come gravità rispetto alla carica verso tifosi inglesi inermi registrata al Velodrome. In ogni caso l'allarme resta altissimo, anche perché gli stadi dell'Europeo dovrebbero essere blindati anche per evitare atti terroristici e invece...

I fumogeni accesi dai tifosi della Russia durante la sfida con la Slovacchia

Getty Images Sport
Ti potrebbe piacere anche

I più letti