Diretta mercato (26/1): le trattative in tempo reale

Galliani: "Balotelli no al 99,9%", ma ci sarebbe l'offerta. Coutinho-Liverpool: accordo

Mario Balotelli continua a non essere impegnato da Mancini – Credits: Getty Images Sport

Giovanni Capuano

-

Ore 20:15   Marotta prima della gara contro il Genoa: "Anelka e Del Piero? A luglio investimenti mirati per rinforzarci. Adesso siamo in emergenza in attacco e in questa logica si è inserita l'acquisizione per riempire il buco lasciato da Bendtner. Accordo di cinque mesi e opzione da valutare. Un altra punta? Non vedo possibilità. Poca disponibilità dei giocatori bravi di trasferirsi veramente. Anelka non parte titolare ma si mette a disposizione. Ha condizione fisica non eccellente, ne siamo consapevoli, però si inserisce nella logica di mercato di gennaio. Lisandro o Llorente? I rispettivi club hanno congelato le loro posizioni e ne hanno diritto. Non credo arriveranno adesso. Il Lione ha fatto una richiesta per la cessione definitiva che non era compatibile"

Ore 20:00   Mourinho non ha convocato Kakà per la partita di Liga contro il Getafe. Ulteriore segnale che il tecnico intende spingere per la cessione del brasiliano anche se le porte del Real Madrid sembra chiuse all'ipotesi di prestito che è l'unica soluzione possibile per il Milan.

Ore 18:34   Il francese Anelka è arrivato l'Italia dove lo attendono visite mediche e firma del contratto che lo legherà alla Juventus fino a giugno. "Sono felice di essere alla Juve" ha detto all'arrivo all'aeroporto di Caselle dove è sbarcato con un volo privato dalla Francia.

Ore 18:00   Indiscrezione dall'Inghilterra: il Milan ha pronta un'offerta da presentare al Manchester City per Balotelli. L'assegno si aggira intorno ai 20 milioni di euro pagabili a rate. Si tratta del primo rilancio vero oltre alla proposta di prestito che era stata scartata dalla dirigenza inglese. Il City ha fin qui chiesto non meno di 25 milioni per l'azzurro, partendo da una valutazione di 37 milioni poi abbassata.

Ore 15:00   Le parole di Raiola su Balotelli: "La verità su Mario? Chiedetela ad altri perché io non posso dirla. Fino al 31 può succedere di tutto, stiamo vigilando. Non abbiamo parlato di soldi perché di fatto non c'è ancora nulla. Il City aveva un'offerta di 40 milioni cash arrivata durante l'Europeo. Il prestito è stato escluso a priori dai loro dirigenti".

Ore 14:45   Lotito chiude alla cessione di Hernanes: "La Lazio non vende ma compra".

Ore 14:15   Le parole di Allegri sul mercato del Milan: “Kakà? Vedremo da qui al 31 gennaio chi potrà arrivare. Kakà è un campione, il Real lo aveva strapagato e credo che solo Galliani possa risolvere queste questioni. Dove lo vedrei in campo? In mezzo ai tre davanti e ai tre di metà campo...". Quanto a Zaccardo alla politica dei giovani: "Ci sono situazioni come quella di Zaccardo che hanno portato anche alla cessione di due giocatori, aldilà del discorso legato alla filosofia del mercato sui giovani. 22 giocatori? Quando parlo di 22 mi riferisco ai giocatori di movimento. Oltre alle cessioni già fatte, credo andrà via anche Carmona, De Jong non lo considero perché è fuori per un lungo infortunio, così come Didac”. Secondo il tecnico rossonero il Milan ha ora 22 uomini in rosa e il numero è giusto. Smentito l'interessamento per Stekelenburg: "Non è vero che il Milan sia interessato a lui. Ho 4 portieri validi e mi fido di loro. I primi due l’hanno dimostrato, Gabriel è giovane e Coppola è un ragazzo d’oro che ha avuto questa squalifica ma è rientrato ed è un ragazzo positivo".

Ore 14:00   Galliani da Milanello fa le percentuali del mercato Milan: “Kakà e Drogba non arrivano al 101%, Balotelli no al 99,9 periodico. Abate e Antonini? Restano. D’Amico era in Russia per il passaggio di Bocchetti dal Rubin allo Spartak Mosca”.

Ore 13:15   L'emittente inglese Sky Sports annuncia l'accordo tra Inter e Liverpool per Coutinho: "Accordo sulla valutazione del giocatore". Coutinho ha sempre detto di preferire Liverpool al Southampton, ma l'offerta attesa doveva essere di almeno 13 milioni di euro.

Ore 13:00    Balotelli non partirà titolare nella gara di FA Cup contro lo Stoke City. Giocheranno dal primo minuto Tevez e Dzeko.  

Ore 12:50    Stramaccioni conferma che nell'ultima settimana l'Inter cercherà di prendere un centrocampista di livello. Ieri l'incontro con Moratti per pianificare la strategia che prevede anche cessioni dolorose: "Sì, ieri ci siamo visti, abbiamo gli stessi obiettivi. Vogliamo entrambi far crescere l'Inter e migliorarla, da qui al 31 gennaio ho piena fiducia in lui e nei nostri direttori. L'obiettivo è migliorare la squadra. Per quanto riguarda le entrate, per migliorarla servono calciatori di un livello importante vista la base. Non mi servono calciatori che facciano numero, se deve arrivare qualcuno deve essere di livello superiore. E allo stesso tempo qualsiasi ipotesi di eventuali cessioni dolorose per me è collegata attorno all'arrivo di qualche calciatore importante che migliori l'Inter. Questo è il pensiero mio e del presidente".

Ore 12:30    Coutinho non convocato da Stramaccioni per Inter-Torino. E' la conferma che la società nerazzurra sta aspettando l'offerta dalla Premier League per farlo partire.

Ore 11:00    L'allenatore del Bologna Pioli blinda Gabbiadini: "Sta crescendo nelle ultime settimane, siamo contenti di averlo qui e lui è contento di essere qui".

Ore 11:00   Il Milan continua a lavorare a fari spenti su Kakà malgrado le parole di Berlusconi e Galliani. Secondo i quotidiani spagnoli, però, non esiste possibilità di sconto da parte del Real Madrid e, anzi, potrebbero anche non bastare 12 milioni di euro. Perez vorrebbe infatti 15 milioni per liberare il brasiliano che per Mourinho farebbe bene a trasferirsi a Milano.

Ore 10:00   Manchester City irremovibile su Balotelli. Lo stop arriva da Ferran Soriano, manager del club, che ha spiegato a Mino Raiola come "o il Milan fa un'offerta per acquistarlo in modo definitivo oppure la trattativa è chiusa".

Ore 8:30   Il presidente del Lione Aulas chiude all'ipotesi che Lisandro Lopez possa accasarsi in fretta alla Juventus: "In questo momento non ci va, poi le cose possono cambiare. Mi ricorda la situazione passata per Essien al Chelsea". La distanza resta grande. La Juventus accetta l'idea del prestito oneroso ma non l'obbligo di riscatto a giugno.

Ore 8:00   La Juventus segue Matheus Oliveira, giovane classe 1994 figlio del famoso nazionale brasiliano Bebeto. E' un centrocampista offensivo che promette bene. Per lui l'accordo prevederebbe un contratto di 5 anni e un investimento da 2 milioni di euro per il cartellino del Flamengo.

Ore 7:45    Spunta un nome nuovo per la porta della Roma: si tratta di Viviano che è in uscita dalla Fiorentina dove non si è affermato. La società giallorossa multerà Stekelenburg per l'intervista rilasciata in Olanda ("Inutile l'acquisto di Giocoechea. Non sono qui per fare panchina") e ipotizza di lasciarlo partire. Difficile uno scambio di prestiti con il Milan (Amelia). La valutazione del portiere è 5 milioni di euro.

Ore 7:40   Già finita l'avventura al Milan di Acerbi. Il difensore arrivato in estate dal Chievo ha deluso e in un vertice di ieri sera tardi in via Turati è stato ceduto al Genoa in cambio della metà del cartellino di Constant. L'operazione è stata valutata intorno ai 4 milioni di euro.

Ore 7:35    E' attesa per lunedì l'offerta ufficiale del Southampton per Coutinho. L'Inter attende che sia di almeno 12 milioni di euro cash e che, se interessato, il Liverpool rilanci. Con questo tesoretto pronto l'assalto nell'ultima settimana di mercato al brasiliano Paulinho la cui quotazione rimane intorno ai 15 milioni di euro. Il tempo, però, stringe.

Ore 7:30    Ecco le cifre dell'affare Anelka per la Juventus: contratto fino al 30 giugno 2013 a 600.000 euro netti più bonus. Prenderà altri 200.000 euro al raggiungimento della 12° presenza in serie A e 200.000 euro per lo scudetto (a patto di aver raccolto almeno 12 presenze). Premio Champions: 300.000 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti