Top e flop della 6a giornata: Hernanes da incubo, prima tripletta in A per Kalinic
Top e flop della 6a giornata: Hernanes da incubo, prima tripletta in A per Kalinic
Sport

Top e flop della 6a giornata: Hernanes da incubo, prima tripletta in A per Kalinic

Il brasiliano è la metafora perfetta del disastro Juventus, nell'Inter non si salva nessuno mentre il Frosinone festeggia la prima vittoria in A

Le protagoniste assolute della sesta giornata di serie A sono Fiorentina e Torino che vincono con Inter e Palermo e volano in classifica. Continua la crisi della Juventus che esce sconfitta anche dal San Paolo mentre Mihajlovic conta la terza sconfitta sulla panchina del Milan cadendo a Genova contro il Genoa di Gasperini. Prima vittoria in serie A per il Frosinone di Stellone mentre nel secondo posticipo la Sampdoria cade a Bergamo contro un'ottima Atalanta. Chi sono stati i migliori e peggiori della sesta giornata? Per scoprirlo continua a cliccare...

Portieri

Top - Marco Sportiello (Atalanta) - "Sportiello merita una big". Parola di Edy Reja, tecnico dell'Atalanta che festeggia la vittoria e il sorpasso sulla Sampdoria. Decisivo l'intervento del portierino classe 1992, miracoloso nel togliere dall'incrocio dei pali una conclusione di Soriano. In estate il club bergamasco è riuscito a resistere agli assalti dall'estero (offerte di Ajax e Stoke City) ma la prossima esatete trattenerlo non sarà facile... 

Flop - Samir Handanovic (Inter) - La prima sconfitta in campionato dell'Inter arriva in una giornata da incubo per il portiere sloveno che dopo 4 minuti regala a Kalinic un calcio di rigore dopo una papera con i piedi. Sul raddoppio respinge la conclusione di Ilicic nuovamente sui piedi di Kalinic, due errori troppo gravi per non compromettere tutta la partita. Per consolarlo (in parte) si può dire che i demeriti vanno equamente suddivisi con i compagni di reparto... Disastrosi. 

Difensori

Top - Kalidou Koulibaly (Napoli) - Anche con la Juventus il centrale senegalese conferma le ultime buone prestazioni dimostrando di meritare la maglia da titolare. Fisicamente non ha rivali e nonostante la stazza conserva una discreta velocità. Dopo le 27 presenze nello scorso anno può finalmente ambire ad un posto fisso in prima squadra. Sta convincendo Sarri e tutto il tifo azzurro. 

Flop - Cristian Zaccardo (Carpi) - Contro il Napoli era stato uno dei migliori in campo mentre all'Olimpico risulta il principale responsabile in una difesa da brivido che porta alla sconfitta e all'esonero dell'allenatore Castori. Il mister paga tutte le colpe ma è evidente di come il Carpi abbia assemblato una difesa troppo audace e inesperta per la serie A. Il miracolo salvezza appare settimana dopo settimana sempre più irrealizzabile. 

Centrocampisti

Top - Marco Benassi (Torino) - I granata volano in classifica e si godono un momento di forma eccezionale. Tra i migliori c'è il giovane under 21, classe 1994 e autore di un gol da cineteca che molti hanno paragonato alla prodezza dell'omonimo Marco Van Basten nell'Europeo 1988. È senza dubbio tra i giovani più interessanti del campionato e Cairo lo sa bene: la sua valutazione è già oltre gli 8 milioni di euro. 

Flop - Hernanes (Juventus) - Niente da fare, il brasiliano non riesce a calarsi nella sua nuova parte bianconera. Contro il Napoli al San Paolo è il peggiore in campo della squadra di Allegri: sempre in ritardo, lento e spaesato, sembra non aver la minima idea del credo tecnico di mister e compagni. 

Attaccanti

Top - Nikola Kalinic (Fiorentina) - La squadra di Paulo Sousa sorprende tutti ed espugna San Siro con un 4-1 che fa rumore. Protagonista assoluto l'attaccante serbo ex Dnipro che già al 4' si guadagna il rigore del vantaggio di Ilicic e poi si porta a casa il pallone con tre gol. La sua media dopo 6 giornate parla di 4 gol, i Della Valle lo hanno blindato con un quadriennale dopo averlo pagato 5,5 milioni al Dnipro. Vale già quasi il doppio. 

Flop - Alberto Gilardino (Palermo) - L'avventura siciliana del campione del mondo 2006 si sta rivelando molto più difficile del previsto. Ancora a secco di gol dopo sei giornate l'ex Parma e Fiorentina fatica a trovare il feeling con i compagni che non giocano su di lui come succedeva in passato. Anche contro il Torino la punta di Biella risulta così tra i peggiori in campo. 

Allenatori

Top - Roberto Stellone (Frosinone) - I tempi di "allontana Pugnitopo" con il commento della Gialappa's sono finiti. Il Frosinone trova la sua prima vittoria in serie A e dopo il pareggio dello Juventus Stadium continua la sua striscia positiva dimostra di voler lottare fino alla fine per una salvezza che avrebbe dell'incredibile. 

Flop - Roberto Mancini (Inter) - La "corazzata" si squaglia in meno di 30 minuti come neve al sole. Tutte le certezze dell'Inter (meno di quanto dicesse la classifica a dire il vero) svaniscono in metà tempo. La difesa imbarazzante e il centrocampo troppo lento portano alla prima sconfitta in campionato, campanello d'allarme che impone di ricominciare con il lavoro da subito per evitare altre sbandate come quella di domenica sera.

La flop 11 della 6a giornata

Handanovic (Inter)

Zaccardo (Carpi), Moisander (Sampdoria), Miranda (Inter), Rossettini (Bologna)

Hernanes (Juventus), Obi (Torino), Saponara (Empoli)

Gilardino (Palermo), Muriel (Sampdoria), Destro (Bologna)

La top 11 della 6a giornata

Sportiello (Atalanta)

Koulibaly (Napoli), Glik (Torino), Wague (Udinese)

Pjanic (Roma), Pepe (Chievo Verona), Benassi (Torino), Marcos Alonso (Fiorentina) 

Higuain (Napoli), Kalinic (Fiorentina), Higuain (Napoli)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti