Basket Serie A: Cremona sempre più "plus", Venezia assai "minus"
Savino Paolella
Basket Serie A: Cremona sempre più "plus", Venezia assai "minus"
Sport

Basket Serie A: Cremona sempre più "plus", Venezia assai "minus"

I migliori e i peggiori, squadre e giocatori, della 17a giornata. Che vede l'EA7 Milano tornare da sola in testa

Reggio Emilia inciampa sul parquet di una sempre più tonica Avellino e l'EA7 Milano, aggiudicandosi un bollente derby a Varese, si ritrova così di nuovo sola in testa alla classifica. Brillano anche le vittorie di Cremona a Trento e di Cantù a Sassari, così come il successo di Bologna su Brindisi perché arrivato... dopo ben tre supplementari. Crisi nera invece per Venezia, che perde a Capo d'Orlando, ora non più ultima in classifica, racimolando la miseria di 53 punti. Ecco comunque in dettaglio i plus/minus della 17a giornata...

Le squadre "plus" della 17a giornata

Sidigas Avellino. Trascinati da Ragland (25 punti, con 8/8 da due), gli irpini colgono il loro quarto successo consecutivo e agganciano Venezia al 6° posto. Coach Sacripanti sta ancora una volta assemblando una squadra tra le migliori della fascia media del torneo.

Vanoli Cremona. Chiamarla ancora "sorpresa" sarebbe offensivo. I lombardi di coach Pancotto sono invece ormai una forza del Campionato e vanno a vincere a Trento grazie alla leadership di Luca Vitali (11 punti e 6 assist) e a dispetto di un Cusin da soli 2 punti e 4 rimbalzi in 28' sul parquet. Menzione speciale poi per Mian alla voce "giocatori plus".

Acqua Vitasnella Cantù. Alla seconda partita in Italia Fesenko (20 punti, con 8/10 da sotto) dimostra di poter essere un centro dominante nel torneo, Ukic sfodera una regia da 17 puti e 7 assist, Hodge smista 11 assist (migliore del turno), Heslip (18 a referto) infila 6 triple su 7 tentativi e tutta la squadra difende come vuole Bazarevich, neo-coach anche della Russia. Se i brianzoli sapranno andare avanti così, la classifica li vedrà presto assai più in alto dell'attuale.

Le squadre "minus" della 17a giornata

Umana Venezia. 53 punti in quel di Capo d'Orlando (con 16/30 da due e 4/27 nelle triple, oltre alla "virgola" del bomber Bramos) sono davvero pochi e soprattutto la misura di una situazione non tranquilla a livello di squadra e club. Coach Recalcati ha da lavorare, sempre che il presidente Brugnaro non decida altrimenti prima...

Enel Brindisi. Anche se arrivata al terzo supplementare, quindi con tutto l'onore delle armi, quella di Bologna è per i pugliesi la quarta sconfitta consecutiva. Imperativo invertire il trend, anche perché la classifica super-compatta non consente distrazioni a chi ha ambizioni playoff.

Manital Torino. La perdita di Dyson per rissa continua a farsi sentire e Kloof (4 punti e 1 assist in 20 minuti) non è nemmeno un palliativo. Risultato: dopo Pesaro la riaggancia anche Capo d'Orlando, con la lotta salvezza che torna a farsi durissima.

I giocatori "plus" della 17a giornata

Charles Jenkins (EA7 Milano). Coach Repesa non ha mai smesso di dargli fiducia ed è stato finamente ripagato nel caldissimo derby con Varese: 31 punti in 35' per l'americano, con 9/12 da due, 3/4 nelle triple e 4/4 dalla lunetta. Se torna quello di Belgrado, Milano ha fatto davvero bingo in attesa del rientro di Gentile.

Courtney Fells (Virtus Bologna). 14 dei suoi 23 punti li mette a segno nei supplementari che valgono la vittoria su Brindisi interrompendo a tre la striscia negativa. Buono anche l'esordio dell'ex-canturino Hasbrouck, con 11 punti e 3 assist.

Fabio Mian (Cremona). 5/6 nelle triple e 17 decisivi punti nel successo a Trento di una Cremona sempre più vincente e anche sempre più italiana.

Viktor Gaddefors e Micah Downs (Caserta). Con 21 punti a testa trascinano i bianconeri a vincere a Torino, non risparmiando davvero le energie: 28' sul parquet per lo svedese, 35' per l'americano.

I giocatori (e i coach) "minus" della 17a giornata

Paolo Moretti (Varese). Lo ha onestamente detto lui stesso dopo l'espulsione e relativo alterco con Repesa: una squadra non può rimanere senza il suo coach in una partita delicata come il derby.

Pietro Aradori (Reggio Emilia). Non vogliamo gettargli addosso la croce della sconfitta, ma 7 punti con 2/5 da due e 1/2 da oltre l'arco sono davvero pochi. Anche come numero di tiri presi.

Jamarr Sanders (Trento). Dopo la doppia cifra negli incontri contro Caserta e Milano precipita di nuovo a 4 punti in 26'. E i 4 assist non sono abbastanza per riequilibrare il tabellino.

Risultati e classifica

Risultati 17a giornata: Sidigas Avellino - Grissin Bon Reggio Emilia 75-67, Openjobmetis Varese - EA7 Armani Milano 64-86, Betaland Capo d'Orlando - Umana Venezia 55-53, Obiettivo Lavoro Bologna - Enel Brindisi 115-109 (dts), Banco di Sardegna Sassari - Acqua Vitasnella Cantù 78-86, Manital Torino - Pasta Reggia Caserta 83-87, Dolomiti Trentino - Vanoli Cremona 71-78, Giorgio Tesi Pistoia - Consultinvest Pesaro 77-75.

Classifica: Milano 26; Cremona, Pistoia e Reggio Emilia 24; Trentino 20; Avellino, Sassari e Venezia 18; Cantu' 16; Caserta, Brindisi e Varese 14; Bologna 10; Pesaro, Capo d'Orlando e Torino 10.

Ti potrebbe piacere anche
Apertura sito

Quando il clero sclera

True

I più letti