Sport

Cassano e 7 milioni all'Inter, Pazzini al Milan

La trattativa in via di conclusione è entrata nel vivo della giornata di ieri. Galliani ha confermato "Cassano ha chiesto di essere ceduto"

La maglia nerazzurra per Cassano

La clamorosa trattativa per il passaggio di Antonio Cassano all'Inter è ufficialmente entrata nel vivo e già nelle prossime ore potrebbe arrivare ad un inatteso epilogo. L'ad rossonero Adriano Galliani ha confermato la volontà del giocatore di essere ceduto e anche l'operazione in piedi con l'Inter. Le due società stanno trattando un possibile scambio con Pazzini ma a prescindere dalla contropartita il barese è sempre più vicino ai "cugini". Cassano è da sempre stato tifoso nerazzurro e le cessioni di Ibrahimovic e Thiago Silva hanno irrimediabilmente incrinato i rapporti tra giocatore e società. I termini della trattativa prevedono il trasferimento di Giampaolo Pazzini (che nelle scorse ore aveva rifiutato anche il Napoli) a Milano per 7/8 milioni di euro più il cartellino di Antonio Cassano.

"L'Inter non è tuttavia l'unica società interessata al giocatore" ha spiegato Galliani ai giornalisti riaprendo di fatto anche la possibilità di vedere l'attaccante nuovamente in blucerchiato. L'ipotesi non è però percorribile, l'ingaggio della punta è troppo alto per le casse della famiglia Garrone e l'operazione con l'Inter sembra ormai avviata. La partenza del numero 99 potrebbe però non essere l'ultima nella difficile estate rossonera. Anche Mexes soffre di "mal di pancia" e non è escludere una cessione prima della chiusura del mercato. Nelle prossime due settimane il Milan punterà forte sul ritorno di Kakà per poi attendere qualche occasione nell'ultima settimana di mercato. Per quel che riguarda la Juventus c'è l'offerta di 18 milioni più bonus per Llorente: l'Athletic Bilbao sta per cedere. Marotta segue anche Matias Cabrera, centrocampista uruguaiano di 26 anni mentre è in stand by l'operazione Peluso con l'Atalanta.

Capitolo De Rossi, nonostante l'offerta choc del Manchester City che garantirebbe 9 milioni di euro all'anno netti al giocatore né Capitan futuro né la Roma vogliono divorziare. Discorso opposto per Bojan Krkic che a quanto sembra non rientra più nei piani del club. La conferma arriva dal presidente del Genoa Enrico Preziosi: "Bojan non verrà al Genoa anche se la Roma vuole cederlo". Lo spagnolo è in prestito dal Barcellona fino al 30 giugno 2013, data entro la quale la Roma potrà esercitare l'eventuale clausola di riscatto con prezzo già fissato a 28 milioni di euro. Se la Roma non riuscirà a piazzarlo, allora resterà ma andrà via a giugno. Ufficiale l'arrivo di Marquinos dal Corinthians. Nelle ultime ore si è ipotizzato uno scambio tra Napoli e Genoa con Edu Vargas in Liguria e Gilardino a Napoli, trattativa non facile ma è previsto un summit tra i club in queste ore.

© Riproduzione Riservata

Commenti