Il Paris Saint Germain ha scelto Capello

E' l'ex tecnico del Milan il vero obiettivo di Leonardo. Si studia un impiego part time con la federazione Russa

Fabio Capello dirige un allenamento della nazionale Russa (Credits: Tony Marshall/Getty Images)

Nicolò Schira

-

Pazza idea l'avrebbe definita Patty Pravo. Nonostante le connotazioni, all'apperenza, tumultuose e fantasiose Leonardo fa sul serio. Il Paris Saint Germain è a caccia di un allenatore.

Inizialmente lo sceicco Al Thani aveva pensato di dirottare in panchina proprio l'ex tecnico di Milan ed Inter. Situazione poi evaporata a causa della lunga squalifica comminata al brasiliano. I tentativi per Wenger sono stati respinti al mittente dall'Arsenal e lo stesso Ancelotti ha manifestato il desiderio di lasciare per accasarsi al Real Madrid. Guus Hiddink piace ma non convince tutto lo staff dirigenziale del club parigino: per questo motivo Leonardo è tornato ad accarezzare un'idea suggestiva. Affidare il Psg a Fabio Capello.

Ipotesi dinanzi alla quale l'ex allenatore di Real Madrid e Juventus non ha affatto chiuso la porta. Anzi sarebbe, decisamente, solleticato dalla possibilità di tentare un'ultima grande sfida di una carriera già straordinaria.

L'accordo con la Nazionale russa, tuttavia, è difficilmente risolvibile. Per questo Leonardo sta studiando la situazione insieme a Pier Filippo Capello, avvocato esperto di diritto sportivo nonchè rappresentante del tecnico. I contatti proseguono da qualche settimana e nel caso in cui la Federazione Russa accettasse un impiego part-time di Capello l'operazione potrebbe materliazzarsi. Un biennale a cifre assolutamente importanti: l'accordo contrattuale prevederebbe un ingaggio da circa 6 mln annui.  

La presenza di un tecnico vincente e carismatico come Capello potrebbe inoltre frenare la diaspora di campioni. Ibrahimovic con l'allenatore che l'ha lanciato e valorizzato alla Juventus resterebbe sotto la Tour Eiffel, idem Thiago Silva appetito dal Barcellona. Pure Lavezzi e Verratti potrebbe mutare i propri piani futuri alla presenza del condottiero bisiaco. Blindare i propri Top Player per rilanciare l'assalto alla Champions League.

Leonardo ne è fermamente convinto e per questo motivo vuole a tutti i costi Capello. Se da Mosca la Federazione non opporrà un niet alla possibilità del part-time, ci sarà un altro italiano dopo Ancelotti al Parco dei Principi.

© Riproduzione Riservata

Commenti