Esclusiva - Cannavaro via da Napoli? Risponde l'agente

Intervista con Gaetano Fedele: "Paolo non vuole essere un peso per il club, quindi...". L'Inter di Mazzarri tra le destinazioni preferite

Con Rafa Benitez Paolo Cannavaro non ha mai trovato posto nella retroguardia del Napoli: l'addio è sempre più vicino. – Credits: Ansa.

Nicolò Schira

-

Da titolare indiscusso e capitano di una delle retroguardie più forti d'Italia a comprimario e panchinaro di lusso. Questa la metamorfosi subìta da Paolo Cannavaro negli ultimi mesi al Napoli, ovvero da quando sulla panchina azzurra si è seduto Rafa Benitez.
Già in estate le prime avvisaglie del mutamento, con il tecnico iberico a spingere per l'ingaggio di due centrali difensivi. L'arrivo del solo Albiol aveva fatto riporre nell'ormai ex capitano partenopeo la speranza di potersi comunque giocare una maglia da titolare all'ombra del Vesuvio. Pochissime però le apparizioni da titolare per il fratello del Pallone d'Oro 2006, che così è pronto a cambiare maglia già in questa sessione di mercato.
Dall'estero sono giunte richieste da Russia e Brasile; mentre in Italia Lazio e Sampdoria hanno effettuato più di un sondaggio. Senza dimenticare che alla finestra a scrutare l'orizzonte c'e sempre l'Inter. Proprio a Milano, nei saloni dell'Hotel Hilton, abbiamo incontrato Gaetano Fedele, l'agente che ne cura gli interessi e che con Panorama.it ha parlato in esclusiva del futuro del suo assistito.

Da bandiera e leader del Napoli a semplice spettatore: per Paolo Cannavaro un'involuzione clamorosa. Il suo commento?
"Purtroppo nessuno si aspettava questo scenario in estate. Paolo è sempre stato titolare in questi anni, fornendo pure un rendimento elevato. Con Benitez sono cambiate le cose ed è normale che il giocatore sia dispiaciuto per la situazione".

A questo punto è lecito immaginare una sua cessione a gennaio?

"Cannavaro non vuole essere un peso per Napoli e per il Napoli. Bisogna ponderare bene la decisione, ma sicuramente continuando a non giocare è normale guardarsi intorno".

Gli estimatori per il suo assistito paiono proprio non mancare: conferma?
"Ci sono delle richieste, ma non bisogna avere fretta".

Se Ranocchia lasciasse l'Inter, i nerazzurri sarebbero pronti a tornare alla carica. Come valuta questa possibilità?
"Non posso negare che mister Mazzarri stimi e apprezzi il giocatore. A Napoli hanno vissuto insieme quattro anni splendidi e ricchi di soddisfazioni reciproche. Anche da parte nostra c'e grande stima nei confronti dell'allenatore nerazzurro. L'Inter è un grande club e, dovesse partire da Napoli, l'importante sarà trovare la sistemazione migliore affinché Paolo Cannavaro possa esprimere le proprie qualità".

© Riproduzione Riservata

Commenti