Calciomercato

Agnelli-Guardiola, incontro per portarlo alla Juventus

Prima di Pasqua faccia a faccia per un'operazione da 100 milioni, con uno sponsor coinvolto. Poi lo stop del Manchester City. A meno che...

Guardiola

Parametro Zero

-

Andrea Agnelli e Pep Guardiola si sono incontrati poco prima di Pasqua; un faccia a faccia durante il quale il Presidente della Juventus ha presentato la sua offerta all'allenatore spagnolo per cercare di portarlo sulla panchina bianconera (perché l'addio ad Allegri era già deciso). In realtà il primo obiettivo per la panchina bianconera era Zinedine Zidane ma poi, il caos al Real Madrid ha portato alla chiamata di Florentino Perez a cui il francese non ha saputo dire di no. Trovatosi così spiazzato Agnelli ha cambiato obiettivo puntando sull'ex allenatore del Barcellona del Tiki Taka.

Un'offerta da 25 milioni l'anno, un ingaggio da record per la storia del calcio italiano, nell'ambito di un'operazione finanziaria da 100 milioni creata sulla base di quanto già fatto un anno fa per portare Cristiano Ronaldo in bianconero. A rednere possibile il tutto anche l'intervento di uno sponsor tecnico (Adidas) che avrebbe utilizzato Guardiola juventino come testimonial di una nuova campagna pubblicitaria.

E' evidente che la Juventus è decisa ad investire in maniera pesante per la panchina più che per i giocatori, ritenendo la rosa attuale (certo, con qualche correzione ed aggiunta, molto valida).

E l'offerta, assieme alle parole di Agnelli, avevano convinto l'allenatore che era molto interessato e sarebbe stato pronto a venire in Italia. A fermare il tutto però ci ha pensato il Manchester City, con cui Guardiola ha un contratto, che ha bloccato sul nascere la trattativa, presentando poi una super offerta da 30 milioni per un rinnovo triennale.

L'unica possibilità rimasta alla Juventus è legata alla eventuale sanzione dell'Uefa verso il City che rischierebbe anche l'esclusione dalle competizioni europee. Una condanna che porterebbe Guardiola a liberarsi per "giusta causa" libero quindi di diventare il nuovo allenatore della Juventus

© Riproduzione Riservata

Commenti