Calciomercato

Fiorentina, ecco Ribery regalo di Commisso ai viola

Contratto biennale, cifre da top player per il francese che in carriera ha fatto collezione di trofei con il Bayern Monaco

franck ribery fiorentina

Giovanni Capuano

-

Franck Ribery è il regalo che Commisso fa alla Fiorentina. Una scossa d'entusiasmo per un ambiente che sta rispondendo alla grande alla fine dell'era Della Valle, la famiglia che per quasi un ventennio ha retto la società viola fino al periodo della contestazione e del distacco.

Il francese, classe 1983 ex Bayern Monaco, ha preferito l'offerta fiorentina ad altre più ricche ma che lo avrebbero portato fuori dal calcio europeo. Un contratto biennale da 4 milioni netti, bonus inclusi, che per la Fiorentina rappresenta uno sforzo importante seppure agevolato dagli effetti del Decreto Crescita con sconto fiscale.

Da un paio di decenni Firenze non viveva un'estate così elettrizzante e la risposta dei tifosi nella campagna abbonamenti conferma la ritrovata vitalità di un rapporto che pareva logoro. Ribery è benzina sul fuoco dell'affetto viola, una scelta fatta da Commisso per dare forza plastica al progetto di riportare la città ai vertici del calcio italiano.

Tutti i trofei della carriera di Ribery

Portando Ribery in viola, Commisso regala alla sua gente un calciatore che in carriera ha vinto 26 trofei (la maggior parte con il Bayern Monaco) attraversando oltre un decennio ai massimi livelli e sfiorando anche il Pallone d'Oro che avrebbe forse meritato nel 2013, chiuso al terzo posto alle spalle di Ronaldo e Messi pur avendo conquistato tutto nella stagione precedente.

L'elenco dei successi del francese è sterminato: 9 titoli in Bundesliga, di fatto mancata solo in tre occasioni, una Champions League sempre con la maglia dei bavaresi nel 2012-2013, una Coppa del Mondo per club (2013), una Supercoppa europea (2013). Bacheca alla quale ha aggiunto 6 coppe di Germania, una Coppa di Lega, 5 Supercoppe tedesche e, prima di approdare al Bayern Monaco nell'estate del 2007, un titolo di campione di Germania con il Galatasaray e una Coppa Intertoto con il Marsiglia.

Ribery ha vestito la maglia rossa del Bayern per 425 partite segnando 124 gol. Ha disputato due Mondiali con la Francia arrivando a un passo dal trionfo nella notte di Berlino 2006 felice per il calcio italiano; forse l'unico cruccio di una parabola straordinaria che ora prosegue a Firenze.

Obiettivo? Aiutare la Fiorentina a tornare grande, lasciarsi alle spalle gli stenti della salvezza in extremis nella passata stagione, far crescere i giovani interessanti che Commisso ha scelto di lanciare oltre a unirsi a Federico Chiesa in un tridente sulla carta di alto livello.

© Riproduzione Riservata

Commenti