Inter: ecco il Mazzarri pensiero

Al primo giorno di ritiro della squadra a Pinzolo ecco i dogmi del nuovo allenatore nerazzurro

Walter Mazzarri a Pinzolo, nei primi allenamenti con la sua Inter (Credits: www.inter.it)

Redazione

-

Lavoro, gruppo, anima, Inter, grinta, Thohir, mercato. Sono le parole chiave (e più usate) della prima conferenza stampa di Walter Mazzarri al primo giorno di lavoro con la sua nuova Inter a Pinzolo. Ecco il suo pensiero in sintesi:

MERCATO: "Come tutti gli allenatori vorrei anch'io i migliori del mondo della mia squadra, ma non mi occupo di mercato. Credo sia molto importnante la divisione dei ruoli, quindi per queste cose dovete parlare con Branca ed Ausilio. Certo, io con loro parlo, ma devo essere bravo a gestire i giocatori che ho a disposizione"

ROSA: "A me piace vedere i giocatori coi miei occhi e decidere di conseguenza. A livello numerico siamo completi, manca forse solo un esterno. Giovani come Laxalt e Duncan devono essere valutati, non so ancora se andranno in prestito o resteranno qui".

 SCUDETTO: "Ai tifosi posso solo dire che voglio un Inter capace di lottare con tutti, di giocare anche un bel calcio, che abbia un'anima. Io ho il dovere di inculcare nella mente dei miei ragazzi l'idea che ogni partita si possa vincere. Non posso fare proclami, non si può parlare di scudetto già dal primo giorno, ma ci aggiorneremo strada facendo. E' giusto che i tifosi sognino".

THOHIR: "Thohir? Benvenuto a chi dovesse arrivare per fare il bene dell'Inter, ma non devo pensarci io. Moratti mi ringrazia perché non gli chiedo mai nulla"

© Riproduzione Riservata

Commenti