Calcio

Il San Paolo? Un colabrodo. Raid degli ultras del Legia Varsavia

Un video incredibile fa il giro del mondo: ecco come si può entrare indisturbati nello stadio che fa litigare De Laurentiis e De Magistris

Legia Varsavia

Giovanni Capuano

-

Lo stadio San Paolo è un colabrodo abbandonato a se stesso. Non lo dice De Laurentiis, che pure ha definito "un cesso" l'impianto in cui il Napoli gioca le partite casalinghe, ma lo dimostra un video postato su Youtube nei giorni della polemica furiosa tra il proprietario del club e il sindaco De Magistris intorno alla necessità di lavori di ristrutturazione dello stadio.

Le immagini sono comparse improvvisamente e mostrano un tifoso del Legia Varsavia, prossimo avversario del Napoli in Europa League (ma a campi invertiti) entrare indisturbato nello stadio, girarlo anche in zone sensibili e imbrattarne i muri con scritte oltraggiose. Una denuncia dello stato di incuria della struttura. Se davvero al San Paolo si può fare quello che si vuole, come si garantisce la sicurezza durante le partite?

San Paolo, uno stadio da chiudere?
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

San Paolo, lo stadio off limits. Se non si può entrare, chiudetelo...

Per il secondo anno consecutivo settore ospiti chiuso contro la Juventus. Il motivo? Tornelli guasti e telecamere che non funzionano

Commenti