Il Trans ed il calciatore

Ousmane Dramé, del Lecce, avrebbe cercato di rapinare una prostituta, ma è stato inseguito e fermato da un travestito e denunciato

L'attaccante del Lecce, Ousmane Dramé (Credits: Lecce)

Michele De Feudis

-

Aveva pensato di dribblare come in un campo di gioco la prostituta, rapinata, a cui non avrebbe pagato il conto, il trans accorso in aiuto della malcapitata e le forze dell’ordine, ma la serata brava di Ousmane Dramé, calciatore del Lecce, è terminata con una denuncia a piede libero per rapina e lesioni.

Stanotte Dramé, ventunenne francese (due presenze con i giallorossi nel torneo in corso), si è recato con una bicicletta in una zona del capoluogo salentino nota per la presenza di prostitute e ha concordato una prestazione con una straniera offrendo in cambio, poiché sprovvisto di denaro, un telefonino del valore di circa 700 euro. Ma prima della fine del rapporto, stando al racconto della lucciola e dell transessuale, ha ripreso il proprio cellulare, si è impossessato della borsa della donna ed è fuggito via. La derubata ha chiamato in suo soccorso un trans abituale frequentatore della zona di Porta Rudie e così è iniziato un inseguimento per le strade cittadine con il calciatore sulla bici che ha cercato di seminare – invano – la Panda che lo tampinava. Nella zona sono subito giunte anche le forze dell’ordine che hanno fermato Dramé, che ha anche ferito nel corpo a corpo il transessuale.

Dopo il danno della denuncia a piede libero, per Dramé è arrivata la beffa: il Lecce, “se i fatti dovessero essere confermati”, ha annunciato l’immediata l'esclusione del giocatore dalla squadra, e si riserva anche di chiedere la risoluzione del contratto con procedura d’urgenza (è in prestito fino a giugno, il cartellino è di proprietà del Padova).

© Riproduzione Riservata

Commenti