Calcio

Totti, che favola: entra e regala alla Roma la vittoria Champions

Delirio all'Olimpico, rimonta firmata dal Capitano in 3 minuti. E adesso come fanno a negargli il rinnovo di contratto?

Totti 11

Giovanni Capuano

-

Il calcio è uno sport meraviglioso, capace di regalare emozioni fortissime e condensare in pochi minuti una storia lunga oltre vent'anni. Francesco Totti è il calcio e i 150 secondi con cui ha ribaltato il destino della Roma non possono non significare nulla nel rapporto che si sta spengendo tra lui e il club in cui è cresciuto, si è affermato e ha deciso di restare rinunciando a tanto. Forse tutto.

Totti merita di continuare a giocare a calcio ancora per un anno, come vuole lui e con i tempi che il prossimo allenatore della Roma deciderà. Il rinnovo se lo è guadagnato sul campo trascinando la Roma verso la Champions che per la società vale un tesoro di decine di milioni di euro. E' stato decisivo contro il Bologna, ha firmato il pareggio in extremis a Bergamo e con il Torino ha scritto un romanzo in due minuti e 36 secondi.

 

Occhio al cronometro. Spalletti lo ha gettato nella mischia con i granata avanti al minuto 40'30'' del secondo tempo. Ventitre secondi dopo aveva già infilato alle spalle di Padelli il gol del 2-2 e due minuti e 36'' più tardi realizzato il sorpasso su rigore. Totti non si è limitato a salvare la Roma e la sua stagione: Totti ha ribadito di essere la Roma e che a un fuoriclasse bastano anche ritagli di spazio per lasciare segni indelebili.

Spalletti e il suo pragmatismo autoritario ne prendano atto. Pallotta e le scelte di una dirigenza che sta dall'altra parte dell'oceano preservino uno dei pochi valori che rimane alla serie A. Come si fa a negare a questo Totti la passerella dell'ultima stagione così come desidera con forza? Come si fa a strappare quel filo che lo lega alla gente che all'Olimpico ha pianto nel vederlo caricarsi sulle spalle una squadra che appare stanca per la lunga rincorsa?

La notte di Totti è stata magica e ha regalato un'emozione unica al calcio italiano. Impossibile far finta di nulla e continuare a considerare il finale di stagione come una faticosa discesa fino all'addio. Se qualcuno ha deciso che deve essere così, ci ripensi. Il romanzo di Francesco non ha ancora scritto l'ultimo capitolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti