#ToroJuve: corrida, polemiche e la guerra su Twitter

Il gol in fuorigioco di Pogba scatena i due club e Tevez mostra le foto della caviglia in pezzi per colpa di Immobile - rassegna stampa sport

Giovanni Capuano

-

Diciamo la verità. Il dopo derby su Twitter e dintorni è stato molto più divertente dei 90 minuti visti in campo in una partita che si è trascinata via tra equilibrio, muscoli, poca fantasia e un successo arrivato forse meritatamente ma con il vizio del gol-partita evidentemente irregolare. Lo ha segnato Pogba, ma a guastare la domenica di Mazzoleni e La Rocca (l'assistente impreciso) è la posizione di Tevez, nettamente in fuorigioco e con un ruolo decisivo nel ping pong dell'1-0. Poco male, perché i derby brutti non sono un'eccezione. Il dopo partita, però, è stato frizzante e difficilmente potrà essere dimenticato perché a memoria degli appassionati torinesi raramente c'è stato un botta e risposta così serrato tra i club della Mole.

L'ATTACCO DEL TORINO - Ha cominciato il Torino dopo che a caldo Ventura era stato amaro ma contenuto nelle proteste per il gol irregolare di Pogba. Poche ore e il comunicato della società ha spazzato il campo dall'ipotesi che i granata l'avessero presa con filosofia. Nel mirino Antonio Conte e le sue dichiarazioni negli spogliatoi, quando aveva parlato di dominio netto da parte dei bianconeri e, di conseguenza, aveva giustificato anche l'errore della terna oltre a rimarcare la mancata espulsione di Immobile per l'entrata da dietro su Tevez.

La risposta del Torino sul suo sito: "Viene da chiedersi con quale pallottoliere conti il possesso palla Conte, considerando che i dati statistici, pubblicati sul sito della Lega Calcio al termine del match, raccontano di un possesso palla dellaJuventus pari al 52%, contro il 48% del Toro. Tanto schiacciante, dunque, la superiorità della Juventus non è stata.  Altra dichiarazione di Conte: >. Davvero il fallo di Immobile era da espulsione? La stessa curiosità resta inevasa anche in ottica granata: cosa sarebbe successo se l'identico fallo di Pogba su El Kaddouri fosse stato sanzionato con il rosso, al pari della somma di ammonizioni che avrebbe meritato Marchisio? La verità è che la Juventus ha vinto il derby per 1-0, e che quell'1-0 è stato viziato da un evidentissimo fuorigioco. Il resto sono solo inutili parole. Sicuramente Conte, a scuola, era più bravo in italiano che in matematica"

LA RISPOSTA DELLA JUVE SUL SITO - Finita qui? Nemmeno per sogno. A stretto giro di posta la controreplica juventina: "Neanche un tiro in porta da parte del Toro. Basterebbe questo dato a spiegare l’assoluta supremazia della Juventus nel Derby, considerando oltretutto che i bianconeri di conclusioni tra i pali ne hanno piazzate otto, sule 17 totali. Sei appena quelle dei granata e nessuna che abbia impensierito Buffon, spettatore non pagante all’Olimpico. Era dal 17 novembre 2012 che la Juve non concedeva neanche un tiro tra i pali agli avversari. Allora a rimanere a secco fu la Lazio, che però uscì indenne dallo Stadium. Questa volta invece il gol di Pogba ha premiato il dominio della squadra di Conte, che ha tenuto il baricentro molto alto, a 59,2 metri, contro quello del Toro, fermo a 50, 7 metri. E se il possesso di palla è stato quasi pari, 50,7 a 49.3% per i bianconeri, l’indice di pericolosità non lascia dubbi: 59,2% quello della Juve, 22,8% quello del Toro. Stesso discorso per la supremazia territoriale: oltre 12 minuti per i Campioni d’Italia, poco meno di otto per i granata".

LA GUERRA SU TWITTER - E qui è andata in scena la parte più divertente del confronto, condensata in due tweet (ufficiali) che nel giro di pochi minuti hanno collezionato migliaia di commenti e retweet. Ha cominciato la Juventus ("In effetti non siamo forti in matematica. Ma fino a 0, come i tiri nello specchio del @TorinoFC_1906 ci arriviamo!") e tra le tante risposte non è mancata quella dal profilo ufficiale del Torino. Dura e ironica al tempo stesso: "Non vi buttate giù. Fino a 31 (ops, 29) ci siete arrivati".

Tweet-Torino.jpg

LA CAVIGLIA DI TEVEZ - E alla fine si è fatto sentire anche Carlitos Tevez, uno dei protagonisti del pomeriggio dell'Olimpico. Prima un tweet per raccontare la felicità per la vittoria nel primo derby torinese della sua carriera e poi, in serata, le foto della caviglia martoriata dopo l'intervento di Immobile con un messaggio polemico: "Noi sempre vinciamo con un aiuto, è per questo che adesso sto così. E solo un giallo per quello che quasi mi ha rotto la caviglia...". A chi tocca adesso?

Tweet-Tevez.jpg
© Riproduzione Riservata

Commenti