Erik Thohir acquista il 40% dell'Inter

Il magnate indonesiano delle comunicazioni ha raggiunto l'accordo con Massimo Moratti per rilevare le quote del club. Il primo regalo potrebbe essere Nainggolan - chi è Erick Thohir - l'Inter di Moratti (fotostoria) -

Erik Thohir (Getty Images)

Matteo Politanò

-

Fumata bianca e annuncio imminente. La trattativa per l'acquisto di quote dell'Inter da parte di Erik Thohir si è conclusa positivamente e il capo della Mahaka Media, il suo gruppo editoriale, è pronto ad annunciare di essere entrato in possesso del 40% del club di via Durini.

L'accordo al momento pare accontentare entrambe le parti in causa. Massimo Moratti, da una parte, manterrebbe la Presidenza e la maggioranza (questa per un paio di stagioni); in più vedrebbo ripianati per la prima volta da anni i passivi in bilancio dal portafoglio di qualcun altro e non sempre dal suo.

Erick Thohir invece avrebbe quello che stava cercando da tempo: cioè la certezza di qver acquistato la società giusta (l'Inter resta una big in Europa ed in Indonesia si contano quasi 15 milioni di tifosi), al momento giusto (diciamo che la squadra nerazzurra non è proprio nel suo momento più splendente, anzi. Ed anche il valore complessivo ne risente).

A sbloccare la trattativa anche il passo indietro di Moratti sul nuovo stadio. Thohir non era interessato alla costruzione di una nuova struttura, preferiva invece investire sulle migliorie nell'area di San Siro, che verrà ammodernato e che nel giro di anni avrà anche una apposita fermata della metropolitana.

Restano da stabilire però dettagli economici di non scarsa rilevanza anche perché il futuro acquisto di quote dovrebbe essere calcolato sul valore della società aggiornato di stagione in stagione; un valore molto volubile e legato, ad esempio, ad un eventuale ingresso o meno in Champions League.

Una trattativa lampo, nata pochi mesi fa e condotta nel migliore dei modi grazie anche alla serietà e volontà di Thohir, già presidente del DC United e azionista dei Philadelphia 76ers in Nba. L'avvento del nuovo socio può essere un punto di svolta anche per il calciomercato nerazzurro che da Thohir può ottenere nuova liquidità per allestire una rosa competitiva da affidare a Walter Mazzarri. Il primo regalo del neo azionista ai suoi tifosi potrebbe essere Radja Nainggolan, centrocampista belga ma di origine indonesiana proprio come Thohir.

Il Cagliari lo valuta circa 15 milioni di euro ma scendendo a 12 e con l'inserimento di una contropartita l'affare può decollare già nelle prossime ore. L'entusiasmo intorno al nuovo magnate che ha acquistato il 40% dell'Inter è tanto al punto che nei progetti di Thohir sembra esserci anche quello di presentare la nuovo squadra nerazzurra a Jakarta. Questo primo accordo con Massimo Moratti rientra in un progetto che vedrà aumentare esponenzialmente le quote del gruppo indonesiano fino a raggiungere la maggioranza nel giro di qualche anno pur lasciando la famiglia Moratti al timone della società. Tra le priorità del nuovo azionario nerazzurro ci sarà quella di ripianare il passivo di circa 50 milioni di euro messo a bilancio nell'ultimo Cda. 

Resta comunque certa una cosa. L'era Moratti sta per finire. L'Inter avrà un nuovo socio e tra qualche anno un nuovo proprietario. Il primo straniero della sua storia (non per niente si chiama Internazionale)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Massimo Moratti e l'Inter (che non sarà più sua)

Dal 1995 ad oggi, le foto più significative della presidenza di Massimo Moratti all'Inter - L'offerta - Chi è Thohir - Il mercato dell'Inter indonesiana - perché NON vendere - il sondaggio - Thohir su Twitter: "Forza Inter"

Commenti