Calcio

Tevez e le cifre dell'addio: riscattare i talenti del Boca costerà 40 milioni

Quanto ha guadagnato la Juventus lasciando partire l'Apache? Tifosi divisi, ma per il club non c'è nessun regalo

tevez

Giovanni Capuano

-

La scelta di separarsi da Tevez non ha certo colto di sorpresa la Juventus, che aveva forse metabolizzato l'idea di aprire un nuovo ciclo senza l'Apache puntando su Dybala e forze fresche in attacco. Però la pubblicazione dell'articolato accordo tra il club e il Boca Juniors per favorire il ritorno alla Bombonera di Carlitos ha aperto la discussione tra i tifosi bianconeri. Troppo basso il prezzo pagato dagli argentini? Tevez poteva essere monetizzato diversamente se proprio aveva deciso di andarsene dopo due stagioni ricche di gol, successi e soddisfazioni? Difficile da dire, perchè c'era un patto d'onore tra Marotta, Agnelli e il giocatore che nello scorso inverno aveva chiesto di essere lasciato libero con una stagione d'anticipo rispetto alla scadenza del contratto. Di sicuro la trattativa con il Boca è stata lunga e difficile perchè gli argentini non aveva soldi da spendere e, dunque, gli uomini mercato della Juventus hanno dovuto giocare di fantasia per cercare la soluzione finanziaria corretta ed evitare un bagno di sangue economico.

 

Il compromesso è stato raggiunto con l'inserimento di giovani promesse: un incastro di opzioni e prestiti per arrivare alla cifra di 6,5 milioni di euro che è quella che la Juventus scriverà a bilancio per evitare significative minusvalenze. La data scelta è quella del 31 dicembre 2016 quando diventeranno operativi a livello di bilancio gli effetti dell'operazione. A Torino non arriverà nemmeno un centesimo cash perché la cifra viene coperta con il prestito biennale di Vadalà (valutato alto fino a 3,5 milioni di euro) e le prelazioni sui gioiellini Betancourt, Cristaldo e Cubas (3 milioni complessivi).

Il piatto, però, diventa interessante nella seconda fase perché la scelta di accontentare Tevez si trasforma in scommessa per la Juventus che su tutti e quattro i giocatori vanta il diritto di acquisto a cifre prefissate. L'opzione scade il 20 aprile 2017. Se tutti e quattro i ragazzi del Boca si rivelassero ad altezza-Juve la cifra complessiva da spendere per assicurarseli sarebbe di 33,9 milioni di euro cui aggiungere i 6,5 della fase-uno dell'operazione: in totale 40,4 milioni. I pezzi pregiati sono Vadalà e Betancourt, entrambi valutati 9,4 milioni di euro, poi Cristaldo (8,2) e Cubas (6,9). E' stato un affare? Solo il tempo lo dirà. Di sicuro il valore di mercato di Tevez era molto più alto e accettando questa formula Agnelli si è comportato da gentiluomo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

L'addio di Tevez alla Juventus: "Sarete nel mio cuore per sempre"

Ufficiale la cessione dell'argentino che torna al Boca Juniors e saluta su Twitter i tifosi bianconeri

Il ritorno di Tevez al Boca: salutato come un eroe da Maradona

L'Apache è tornato alla Bombonera accolto da migliaia di tifosi impazziti di gioia. Ecco le immagini della sua notte argentina

Commenti