Calcio

Tavecchio bacchetta Agnelli: "Senza la Figc la Juve non giocherebbe"

Nuovo scontro con il numero uno bianconero. Il motivo? Le parole dopo la finale di Champions League a Berlino

tavecchio

Giovanni Capuano

-

A Carlo Tavecchio non sono andate giù le parole di Andrea Agnelli al ritorno da Berlino. L'affermazione che dietro i buoni risultati in Europa del calcio italiano in questa stagione c'è solo il lavoro di tre club (Juventus, Napoli e Fiorentina) e non la programmazione della Figc ha portato il numero di via Allegri a uscire allo scoperto: "Quando i signori presidenti di società non hanno risultati agonistici e non sono all'altezza della rappresentanza internazionale, la colpa è della Federazione - ha puntualizzato Tavecchio -. Quando hanno risultati importanti la Figc non c'entra niente. Bisogna mettersi d'accordo, sul quando e sul come. Io mi limito a dire che la Figc è il soggetto che permette a loro di giocare a calcio. Senza il rispetto della Federazione loro non potranno mai esprimersi nei livelli internazionali, nei livelli europei".


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Andrea Agnelli: "Il successo della Juventus non è quello del calcio italiano"

Nella conferenza-stampa di fine stagione il n°1 bianconero parla a 360° del club: dagli obiettivi futuri (senza nuovi soci) ai rapporti con Pallotta

Commenti