Steven Gerrard ha dato l'addio al calcio a 36 anni. La bandiera del Liverpool, squadra con cui ha giocato dal 1998 al 2015, ha scelto di appendere le scarpe al chiodo dopo l'esperienza negli Usa con il Los Angeles Galaxy.

Le offerte per continuare non mancavano (si era parlato anche di una proposta di sei mesi di contratto da parte dell'Inter) ma l'ormai ex mediano della nazionale inglese (114 presenze e 21 gol) ha preferito dare l'addio al calcio giocato. 

Nativo di Whiston, cittadina del Merseyside, da una famiglia da sempre tifosa del Liverpool, Steven Gerrard è entrato a far parte dei Reds nel 1987. Fin da subito le sue doti fecero il giro dell'Inghilterra al punto che il Liverpool disse no a diverse offerte, compresa quella del Manchester United. Il destino di Steven sembrava già scritto, un racconto colorato di rosso e iniziato il 29 novembre 1998 con l'esordio in Premier League. Di match nel campionato inglese Gerrard ne avrebbe poi giocati altri 503, tutti con la maglia del Liverpool. 

Tra i giocatori più versatili del panorama mondiale Gerrard ha giocato in tutti i ruoli del centrocampo grazie alle sue qualità difensive e offensive, un centrocampista capace di spezzare il gioco e di crearlo, di difendere nella propria area e poi segnare una tripletta.

Le prime vittorie con il Liverpool sono nella splendida stagione 2000/2001 (Coppa Uefa, Supercoppa Europea, Charity Shield, coppa di Lega e coppa di Inghilterra) ma soprattutto nell'anno 2004/2005, quello della finale di Champions vinta contro il Milan rimontando il 3-0 rossonero. Una delle partite più folli nella storia del calcio, trionfo che ha reso Gerrard una leggenda del calcio inglese. 

© Riproduzione Riservata

Commenti