"Ho truccato una partita di qualificazione ai mondiali"

Ad una settimana dal sorteggio dei gironi il Daily Telegraph pubblica un'intervista ad uno dei sei arrestati per il nuovo scandalo scommesse in Inghilterra - Mondiali: hacker svelano composizione gruppi

Il testimone scovato dal Daily Telegraph, una delle sei persone arrestate (Credits: D.Telegraph)

Matteo Politanò

-

Lo scandalo calcioscommesse colpisce anche l'Inghilterra. Sei persone sono state arrestate (fra le quali figura anche l'ex attaccante del Bolton e dell'Hull City, Delroy Facey) con l'accusa di aver "combinato partite del campionato inglese" di Football Conference, il vertice dei campionati dilettanti. Nessuna partita di Premier League è entrata nel mirino degli inquirenti ma lo scandalo, che come il nostro parte da Singapore, ha nel mirino addirittura le partite di qualificazione ai mondiali.

Il terremoto nasce da un'inchiesta giornalistica del Daily Telegraph che in un video è riuscito a contattare uno degli arrestati, membro della gang che fa capo all'organizzazione criminale nell'estremo oriente. Si parla di gare manipolate per 60 mila euro ma quel che preoccupa di più è la testimonianza di match truccati anche per le qualificazioni ai mondiali 2014 in Brasile. A sette giorni dai sorteggi dei gironi per la coppa del mondo un nuovo scandalo fa così tremare il calcio mondiale dopo che nei giorni scorsi un gruppo di hacker era riuscito a penetrare nei server della Fifa anticipando la composizione dei gruppi.

"Abbiamo un'intera squadra africana sotto controllo" ha raccontato il testimone del Daily che spiega anche come i boss dell'organizzazione ricevessero la conferma delle partite truccate dagli stessi giocatori con ammonizioni programmate nella partita precedente la combine. Nel video del Daily Telegraph, che ha permesso alla polizia inglese di far partire l'inchiesta e procedere con gli arresti, il testimone spiega come siano state truccate almeno quindici partite di qualificazione ai mondiali, rivelazione che ha portato alle manette Chann Sankaran, 33 anni di Singapore, e Krishna Ganeshan, 43enne con la doppia nazionalità di Singapore e del Regno Unito.

Il centro dell'indagine ruota attorno ai campionati minori inglesi e nel video del Telegraph si assiste ad una combine in diretta con il boss di una squadra non professionistica inglese che viene svegliato nel cuore della notte per concordare il risultato di una partita. Gli inquirenti hanno ricostruito i match potenzialmente truccati e riguardando le immagini hanno trovato portieri che si fanno gol da soli, infortuni poco credibili, caterve di gol nel finale e interventi degni delle "comiche". Gran parte dei calciatori protagonisti dell'inchiesta hanno militato in squadre come Chelmsford City, Hornchurch e Billericay Town.

Quest'ultima formazione è quella che ha fugato ogni dubbio agli uomini di Scotland Yard che in occasione della sfida contro il Welling hanno registrato un volume di scommesse superiore al milione di euro, più delle giocate che riguardano i match del Barcellona di Leo Messi. Il presidente del Billericay Steve Kent ha dichiarato di essere all'oscuro di tutto: "Ho chiesto alla Football Association di fare tutto il possibile per ottenere informazioni e trovare la verità sulla vicenda. Sono estremamente deluso e mi sento tradito". Il video che ha scatenato il pandemonio nel calcio inglese è stato registrato in un albergo di Manchester e nella testimonianza si parla anche di un agente Fifa accondiscendente verso l'organizzazione criminale: "E' un amico ed è molto vicino all'organizzazione. Il nostro capo gli ha permesso di prendere la licenza".

Nessun limite geografico, le rivelazioni spiegano come si possano combinare partite in qualsiasi campionato del mondo senza alcun problema: "Ci siamo riusciti in Francia, Belgio, nei campionati minori si può fare ovunque. In Germania è più difficile perché guadagnano meglio ma in campionati come quelli della Finlandia, del Belgio e della Svezia per combinare una partita non ci vuole niente..." Il sistema per truccare le partite passa anche dalle ammonizioni, segnale per ammettere la complicità. "Chiediamo ai calciatori di prendere un cartellino giallo nei primi dieci minuti di partita e ogni cartellino lo paghiamo 5000 sterline". La FA ha dichiarato di essere al lavoro a stretto contatto con le autorità per capire i colpevoli e tutte le società coinvolte nella vicenda: alla luce delle testimonianze sulla coppa del Mondo non è inoltre escluso che anche la Fifa decida di aprire un'inchiesta per scovare eventuali nazionali coinvolte. 

© Riproduzione Riservata

Commenti