FBL-ITA-SERIEA-VERONA-ROMA
Calcio

Roma, debutto al rallentatore e Garcia chiede rinforzi

Solo un pareggio a Verona per i giallorossi salvati da Florenzi. Szczesny: "Per vincere lo scudetto bisogna fare di più"

Senza la mezza dormita di Rafael sul destro dalla distanza di Florenzi oggi saremmo qui a parlare di crisi Roma. Ma è anche vero che senza il miracolo di Rafael a tempo quasi scaduto su Pjanic il discorso sarebbe perfettamente ribaltato. La sintesi tra le due affermazioni è una Roma che parte con il freno a mano tirato in campionato; a Verona non va oltre il pareggio dopo aver rischiato la sconfitta facendo vedere poco delle potenzialità di cui è accreditata. Non un bell'atterraggio nella nuova stagione, insomma, anche se Garcia alla fine si è detto soddisfatto dell'atteggiamento e della reazione dopo il vantaggio di Jankovic. Gol meritato, visto che fino a quel momento era stato Sczcesny il vero protagonista del pomeriggio del Bentegodi, grigio per la Roma e in cui l'Hellas si è calata come da pronostico, battendosi con furore e grande attenzione tattica.

Vecchi difetti e soliti errori per i giallorossi. Quello di piazzamento di Torosidis è costato il gol preso ed è proprio lì che il tecnico francese aspetta l'intervento della società: "Non sono preoccupato per il terzino sinistro, abbiamo ancora alcuni giorni per prenderlo. Sarebbe interessante lavorare subito con il nuovo acquisto, già da questa settimana". Messaggio chiarissimo recapitato a Walter Sabatini, così come chiaro è il messaggio che Szczesny ha spedito allo spogliatoio: "Non abbiamo giovato la nostra partita migliore, per vincere lo scudetto queste gare vanno vinte". A conti fatti è piaciuto Dzeko, seppure non decisivo, Iago Falque è entrato nel momento peggiore e non ha sfigurato mentre da Salah era lecito attendersi qualcosa in più. Domenica contro la Juventus la controprova che vale già il primo snodo della stagione.




© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti