Calcio

Roma, Natale da anti-Juve (ma il Napoli non molla)

Si chiude con i botti il 2016. Il ritorno di El Shaarawy, le magie di Insigne e Bernardeschi aspettando la Supercoppa

FBL-ITA-SERIEA-ROMA-CHIEVO

Giovanni Capuano

-

Il campionato va alla sosta di Natale (mai così breve negli ultimi tempi) con la Roma che si candida ad essere l'anti-Juventus e il Napoli leggermente distaccato. Frutto della vittoria di rimonta dei giallorossi, che sfruttano così in pieno un turno favorevole perché il Chievo all'Olimpico era avversario decisamente più morbido della Fiorentina in trasferta. Il Napoli si ferma dopo la striscia di vittorie, ma non cade e non molla la sua rincorsa alla zona Champions.

Serata di gol belli e pesanti, quella della 18° giornata. Si rivela in tutta la sua prepotenza il talento di Bernardeschi, già a quota 9 reti realizzate in un campionato che verrà ricordato come consacrazione per l'esterno nel mirino di tutte le big italiane ed europee. La doppietta sotto gli occhi di Antognoni li vale l'incoronazione ad erede in maglia viola, ma per i Della Valle non sarà facile trattenerlo a Firenze.

Roma e Napoli, sfida lanciata alle spalle della Juve

Allegri campione d'inverno non doveva temere nulla da questa giornata osservata da Doha. Ha avuto qualche risposta che cercava. La Roma ha il passo continuo della seconda metà della passata stagione e ha cancellato in fretta le scorie per il ko di Torino: 12 punti nelle ultime 5 giornate valgono un secondo posto blindato con proiezione a quota 80 come un anno fa. L'assenza di Salah, che parte per la Coppa d'Africa, potrà essere meno problematica da affrontare se El Shaarawy tornerà ad essere la macchina da gol che a tratti ha saputo essere nella sua carriera.

Il Napoli non è riuscito a chiudere con il botto, ma il pareggio di Firenze rappresenta comunque un punto guadagnato. Semmai Sarri si deve interrogare sulla tenuta difensiva non appena viene meno la coppia titolare Albiol-Koulibaly; campanello d'allarme perché a gennaio il gigante nero va con la sua nazionale e Maksimovic pare non ancora integrato nei meccanismi dei suoi compagni.

Inter, Milan, Lazio e... quelli che sperano

In ogni caso la frenata del Napoli ridà fiato agli altri. Il Milan, al netto del recupero a Bologna, potrebbe ritrovarsi in zona Champions League. La Lazio assorbe la sconfitta di San Siro nel migliore dei modi e l'Inter vede accorciarsi lo svantaggio dai partenopei. L'impresa di Pioli rimane difficile, ma se davanti rallentano qualche chance in più c'è perché si abbassa la quota per la zona Champions che al momento è collocata tra 74 e 76 punti.

Del cambiamento dei nerazzurri è stato detto. Ora arriva il mercato che regalerà rinforzi quasi a tutti. Sarri avrà in Pavoletti il centravanti che voleva, Pioli spera in un regista e Montella nel buon cuore di cinesi e Galliani. Non è detto che cambino i rapporti di forza. Alle spalle della Juventus, però, c'è un campionato vivo ed entusiasmante.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Pioli il normalizzatore e gli errori da non ripetere all'Inter

Sta facendo risalire la squadra ma la Champions resta lontana. Suning dovrebbe chiederne conto a chi ha sbagliato in estate

Commenti