Calcio

Roma-Napoli, immagini e moviola di un pomeriggio di paura

Polemiche in campo e tensione sugli spalti: napoletani contro Rizzoli per due decisioni

Mano Manolas

Giovanni Capuano

-

E' stato un pomeriggio di tensione e paura, a undici mesi dai fatti del 3 maggio 2014 con l'uccisione di Ciro Esposito e sul campo una partita quasi decisiva per entrambe le squadre. In Curva Sud sono comparsi striscioni contro Antonella Leardi, ma madre di Ciro, colpevole secondo gli ultras giallorossi di speculare sulla morte del figlio. In campo c'è stato qualche epsiodio da moviola che ha scontentato i napoletani, sconfitti per 1-0. In particolare le proteste sono per la mancata espulsione di De Rossi al 16' del primo tempo: il romanista commette fallo di mano ed era già stato ammonito, Rizzoli lo grazia. Sempre nella prima frazione di gioco c'è un intervento in scivolata di Manolas che si oppone con il corpo a una conclusione a colpo sicuro di De Guzman: palla che finisce anche sul braccio dopo aver toccato la gamba. Rizzoli lascia correre, ma potevano esserci gli estremi per il rigore. Nella ripresa proteste per un'azione fermata a causa di un offside che non c'è: De Guzman era in ottima posizione.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La classifica senza errori arbitrali

Quale sarebbe la classifica reale del campionato di Serie A se gli arbitri non commettessero errori?

Commenti