Calcio

Il Miami FC di Nesta ha un nuovo fantasista: Roby Baggio (Kcira)

La squadra americana ha ingaggiato il giovane di origine albanese: il padre Frank lo battezzò in omaggio al "Divin Codino"

Kcira

Matteo Politanò

-

Solo pochi giorni fa Roberto Baggio ha festeggiato i 50 anni, traguardo importante per uno dei giocatori italiani più conosciuti al mondo. Un idolo degli anni '90 che con le sue gesta sportive ha fatto innamorare appassionati di tutte le latitudini, sopratuttto grazie al mondiale di Usa 1994, perso in finale con il Brasile. 

1092271

Negli Stati Uniti tutti si innamorarono del "Divin codino", una verità che si può verificare anche spulciando i nomi della rosa nel Miami FC, la squadra di seconda divisione Usa allenata da Alessandro Nesta. La formazione americana ha infatti ingaggiato Robert Baggio Kcira, centrocampista americano di origine albanese classe 1994. Il nome di battesimo di Kcira è proprio Robert Baggio, omaggio del padre al calciatore italiano che era l'idolo di suo papà Frank

Robert Baggio Kcira è nato a New York il 9 gennaio del 1994 e ha iniziato la sua carriera sportiva nell'Academy dei New York Red Bulls. Nel 2014 ha provato senza successo l'esperienza in Europa con gli austriaci del Neustadt ma nel 2016 è tornato in patria per aggregarsi al Miami FC di Nesta. In comune con Baggio sembra esserci solo il nome ma Robert può contare sula fiducia dal padre Frank che non dà importanza al peso del suo nome: "È un centrocampista offensivo, ce ne sono pochi con le sue qualità...".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ch. League: Porto-Juventus 0-2. Highlights | video

La notte di Bonucci in castigo in tribuna per Porto-Juventus - FOTO

Prima solitario e irrequieto, non esulta al vantaggio e poi si scioglie per il raddoppio. Marotta: "Scelta condivisa dalla società"

La squadra perde 2-0 con l'Arsenal, il portiere si mangia un panino

Wayne Shaw, il portiere extra large del Sutton, era d'accordo con un'agenzia di scommesse: indagato dalla FA, ha lasciato la squadra

Stadio della Roma: l'impatto del no sul bilancio del club (e sul calcio italiano)

Senza impianto Pallotta costretto a rivedere i piani. E la serie A rimane staccata dalle big d'Europa nei ricavi da stadio

Commenti